Forum

Notifiche
Cancella tutti

[POTASSIO]  

Pagina 1 / 2
  RSS

Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
05/04/2012 2:50 am  

Relazione tra assunzione di potassio, ictus e malattia cardiovascolare

L'obiettivo di uno studio è stato quello di valutare la relazione tra il livello di assunzione abituale di potassio e l'incidenza di malattia cardiovascolare.
Studi di coorte prospettici che avevano analizzato la relazione tra assunzione abituale di potassio e incidenza di malattie vascolari, avevano fornito risultati discordanti.
E’ stata compiuta una ricerca sistematica di studi prospettici pubblicati nel periodo 1966-2009 e con follow-up di almeno 4 anni.
Sono stati identificati 11 studi, che hanno preso in considerazione 15 coorti per 247.510 partecipanti, uomini e donne; il periodo osservazionale variava tra 5 e 19 anni .
Nell’arco di tempo studiato ci sono stati 7.066 eventi ictali, 3.058 eventi di malattia coronarica e 2.497 eventi cardiovascolari totali.
L’assunzione di potassio è stata valutata mediante anamnesi dietetica nelle 24-ore ( n=2 ), questionario di frequenza alimentare ( n = 6 ), o escrezione urinaria nelle 24-ore ( n = 3 ).
All’analisi combinata, una più alta assunzione di potassio, 1.64 g ( 42 mmol ) al giorno, era associata a un rischio inferiore del 21% di ictus ( RR=0.79, p=0.0007 ), e a una tendenza verso un minor rischio di malattia cardiaca e malattia cardiovascolare totale, che ha raggiunto la significatività statistica dopo l'esclusione di una sola coorte, sulla base dell'analisi di sensibilità ( RR=0,93, p=0.03 e RR=0,74, p=0.0037 ).
In conclusione, la maggiore assunzione di potassio nella dieta è risultata associata ad una minore incidenza di ictus, con possibile riduzione anche del rischio di malattia cardiaca e cardiovascolare totale. Questi dati sono a sostegno delle raccomandazioni per un maggior consumo di cibi ricchi di potassio per prevenire le malattie vascolari. ( Xagena2011 )

Fonte D’Elia L et al, J Am Coll Cardiol 2011; 57: 1210-1219


Via libera al bicarbonato di potassio per fare l'ascorbato di potassio al posto del bicarbonato di sodio.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


Quota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
14/08/2012 3:56 pm  

La somministrazione di potassio bicarbonato riduce l’aumento dell’escrezione urinaria di azoto indotto da una dieta ricca in proteine, probabilmente aumentando i livelli del fattore di crescita insulino-simile di tipo 1 (IGF-1), e promuove l’assorbimento del calcio indipendentemente dal contenuto proteico dell’alimentazione (Ceglia et al., 2007).

Fonte: http://www.pharmamedix.com/principiovoce.php?pa=Potassio&vo=Farmacologia

Molto interessante ai fini della costruzione muscolare! Cosa ne pensate?

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
14/08/2012 3:58 pm  

Muscolare e non solo! Da approfondire ed andare a vedere gli studi originali di questo Ceglia.
Anche se con gli elettroliti ci andrei cauto, il potassio con le nostre diete è molto improbabile che manchi al nostro organismo, ma se il bicarbonato di potassio ha funzioni proprie ed indipendenti dal solo potassio elementare allora è un altro discorso.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
14/08/2012 4:43 pm  

Potrebbe essere interessante anche per quanto riguarda gli anziani e i gravi ustionati.
La ricercatrice dovrebbe chiamarsi dr. Lisa Ceglia ( http://hnrca.tufts.edu/people/scientists/a-j/lisa-ceglia-m-d/ ). Nel precedente link c'è anche il suo indirizzo mail. Chi se la sente di fargli qualche domanda?


Ho trovato questo in spagnolo: http://www.ars.usda.gov/is/espanol/pr/2009/090311.es.htm

Tradotto con google:
Con Bliss Rosalie Marion
11 marzo 2009
Gli scienziati finanziati dal Agricultural Research Service (ARS) ha recentemente riportato che alcuni composti presenti negli alimenti vegetali, che producono alcali, potrebbero aiutare a preservare la massa ossea e muscolare. Ora, i risultati di un nuovo studio sponsorizzato dalla ARS indicano che ridurre i livelli di acido causate da una dieta ricca di proteine ​​può essere importante.

ARS è l'agenzia responsabile della ricerca scientifica del US Department of Agriculture (USDA per il suo acronimo in inglese). Questo nuovo studio è stato condotto da Lisa Ceglia e Bess Dawson-Hughes , che lavorano presso il Research Centre Jean Mayer USDA Nutrizione Umana sull'Invecchiamento mantenuto da USDA alla Tufts University in Boston, Massachusetts.

Le diete contenenti livelli elevati di proteine ​​e povera di frutta e verdura può causare acidosi lieve con l'invecchiamento. Questa acidosi si verifica perché il metabolismo delle proteine ​​rilascia acidi nel sangue in quantità in grado di superare l'effetto benefico prodotto dalla alcalinizzanti bicarbonato di potassio negli alimenti vegetali.

I ricercatori hanno studiato i risultati di un gruppo di 19 persone sane di età superiore ai 50 anni che hanno consumato una dieta controllata. Per simulare un consumo equivalente di circa 14 porzioni di frutta e verdura, nove i partecipanti sono stati randomizzati a ricevere 3.510 mg di bicarbonato di potassio in capsule. Gli altri 10 partecipanti hanno ricevuto capsule di placebo.

Quando i volontari hanno raggiunto il livello massimo di consumo giornaliero di bicarbonato di potassio o di capsule di placebo, tutti i 19 partecipanti sono stati trattati con una dieta a basso contenuto proteico per 10 giorni seguiti da una dieta ricca di proteine ​​per 10 giorni o il contrario, con un periodo di cinque giorni tra le due diete.

I ricercatori hanno voluto studiare sia un alcali-produttore di dieta (nel gruppo trattato con bicarbonato di potassio) come un acido che produce dieta (nel gruppo trattato con placebo). I ricercatori hanno analizzato il sangue, urine e l'assorbimento del calcio da ciascun volontario dopo ogni periodo di dieta, e anche misurato i marcatori di muscoli e ossa.

Con un maggiore apporto di proteine ​​nella dieta, il gruppo che ha ricevuto il bicarbonato di potassio - gruppo alcalinizza - aveva una ridotta escrezione urinaria di azoto, che è un indicatore del deperimento muscolare, rispetto al gruppo trattato con placebo. Gruppo alcalinizzata avuto anche alti livelli di IGF-1, che è un marcatore per la conservazione di muscolo e di ossa, e alti livelli di assorbimento del calcio, che è un marcatore di conservazione dell'osso in entrambe le diete proteine, rispetto al gruppo placebo.

Questi risultati suggeriscono che l'effetto netto sui muscoli consumare abbastanza proteine ​​alimentari potrebbe essere aumentata di una riduzione della quantità di acido causata dal consumo di questa proteina, gli autori. Anche se non testati in questo studio, l'aumento del consumo di frutta e verdura può essere un altro modo per aumentare la capacità della dieta per la produzione di alti livelli di metalli alcalini, come Dawson-Hughes.

L'analisi è stata pubblicata nel Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism '(Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism).


Nel precedente articolo c'è riportata anche la dose di bicarbonato di potassio usata nell'esperimento (3.510 mg.). Mi sa che per un periodo, per curiosità, provo con 3 dosi da 1 grammo.

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
aligia
(@aligia)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 13
16/08/2012 1:31 pm  

Io non assumerei carbonato di potassio da solo, proprio perchè i carbonati affaticano i reni e sono scarsamente assorbibili.
Se posso dare un consiglio assumeteli facendoli reagire con un acido organico tipo acido ascorbico (vitamnina C) o acido citrico in modo tale da ottenere rispettivamente ascorbato di potassio o citrato di potassio.
prendi un cucchiaino di acido ascorbico e mezzo circa di potassio... si scioglie in acqua stemprata si attende che finisca l'effervescenza e qaundo è limpida vuol dire che la reazione è terminata. La soluzione dovrà essere sempre un pizzico acida in modo tale da essere certi che tutto il carbonato si sia legato alla rispettiva molecola di acido. In questo modo l'integrazione non affaticherà i reni e con la scusa si assorbe la vit. C in una bellissima forma.
ciao


RispondiQuota
Andrea
(@andrea)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 707
16/08/2012 1:37 pm  

ecco il perche della famosa banana pre work o post work 😀 (scherzo ovviamente)


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
16/08/2012 2:17 pm  

Grazie Aligia della dritta! Comunque io il bicarbonato di potassio l'ho sempre assunto con l'acido ascorbico e continuerò ad assumerlo così. L'unica differenza con il passato è la dose di bicarbonato uniformata all'articolo che ho riportato in questo 3d. Ho comunque il dubbio che la reazione con la vitamina c interferisca con l'effetto da me ricercato. Ciao:)

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
20/08/2012 4:55 pm  

Io non assumerei carbonato di potassio da solo, proprio perchè i carbonati affaticano i reni e sono scarsamente assorbibili.
Se posso dare un consiglio assumeteli facendoli reagire con un acido organico tipo acido ascorbico (vitamnina C) o acido citrico in modo tale da ottenere rispettivamente ascorbato di potassio o citrato di potassio.
prendi un cucchiaino di acido ascorbico e mezzo circa di potassio... si scioglie in acqua stemprata si attende che finisca l'effervescenza e qaundo è limpida vuol dire che la reazione è terminata. La soluzione dovrà essere sempre un pizzico acida in modo tale da essere certi che tutto il carbonato si sia legato alla rispettiva molecola di acido. In questo modo l'integrazione non affaticherà i reni e con la scusa si assorbe la vit. C in una bellissima forma.
ciao

Forse è vero che sottoforma di ascorbato si assimila meglio ma i carbonati vengono assimilati discretamente bene, la prova è la biodisponibilità dei carbonati nell'acqua da bere come dimostra lo studio dell'università di Milano sull'acqua sangemini e ricordiamoci che i carbonati vengono in contatto con l'acido cloridrico dello stomaco https://www.mangiaconsapevole.com/forum/T-Il-calcio-dell-acqua-%C3%A8-pi%C3%B9-biodisponibile-di-quello-dei-latticini.html?pid=7528#pid7528

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
20/08/2012 5:41 pm  

Ottima osservazione Alessio!

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
11/06/2014 11:08 pm  

Nel precedente articolo c'è riportata anche la dose di bicarbonato di potassio usata nell'esperimento (3.510 mg.). Mi sa che per un periodo, per curiosità, provo con 3 dosi da 1 grammo.

Quell'esperimento non l'ho mai fatto. Rileggendolo (e visto che fortunatamente non ho patologie renali) mi è ripresa la voglia e, da ieri, ho iniziato ad assumere 3 dosi da 1,17 grammi di bicarbonato di potassio. Sono curioso degli effetti. Con l'allenamento che sto facendo in questo periodo, credo che mi sarà utile per preservare la massa magra. Che dite, mi prenderò un iperkaliemia?XD

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Pig Destroyer
(@pig-destroyer)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 91
12/06/2014 12:21 pm  

Tienici aggiornati!

uomorsomaiale:creatura meta' uomo,meta' orso e meta' maiale(south park)


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
01/07/2014 8:06 pm  

A parte l'effetto placebo ho riscontrato una sensibile ritenzione di liquidi intracellulare (muscoli più gonfi anche a riposo) e una leggera disidratazione sottocutanea (tutto molto simile a quello che riscontrai con il glicerolo); ho la pelle più soda e lucida e l'energia non mi manca. In passato allenamenti di circa 2 ore con i pesi non gli avrei retti come invece gli sopporto ora; strano ma vero, il cioccolato fondente che mi sto mangiando tutti i giorni non mi rende nervoso e con il battito cardiaco accelerato come invece mi faceva in passato... dovrei provare anche con il caffè per vedere se ora lo reggo meglio. Per ora posso dire che non ho sperimentato effetti collaterali.

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
01/07/2014 10:12 pm  

Dici che è merito del bicarbonato di potassio? Sono un pò scettico in verità ma senza provare non mi esprimo in maniera perentoria.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
01/07/2014 10:51 pm  

E chi lo lo sa? Nei tre mesi passati ero una "sega ambulante" e avevo pure l'acne. Le uniche cose di diverso che sto facendo sono: il reinserimento delle proteine vegetali e del fieno greco, l'inserimento del kefir d'acqua e il bicarbonato di potassio. Sarà il mix di tutto?
Il gonfiore muscolare è sicuramente il potassio: mi accorgo subito quando i muscoli sono gonfi in maniera innaturale; la resistenza fisica e il recupero sono sempre stati il mio cruccio, infatti ho preferito allenarmi sempre con metodiche brevi, intense e infrequenti: non reggevo allenamenti lunghi e frequenti (e questo sia da onnivoro, sia da vegano che da paleolitico); invece ora mi sembra talmente strano che reggo anche 2 ore di allenamento per tre volte a settimana, compreso il lavoro che faccio per vivere, che veramente mi stupisco e non mi riconosco; il cioccolato fondente mi ha sempre reso nervoso e tachicardico e ora, invece, calma assoluta. Io condivido con voi i miei esperimenti e sentimenti, più di dirvi di provare non posso fare!

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
01/07/2014 11:02 pm  

Mi sembra strano perché col potassio come accennavo nell'altro messaggio è difficile andare in carenza e si trova in molti cibi, è usato pure come fertilizzante, però la combinazione col bicarbonato può avere effetti diversi tant'è vero che il bicarbonato è usato dagli sportivi con profitto, soprattutto negli sport a produzione di acido lattico.
Ci sarebbe da cercare qualcosa a livello di studi per orientarsi e vedere se ciò che hai sperimentato è plausibile, come avevo già accennato poi all'inizio della discussione.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
01/07/2014 11:28 pm  

L'unico studio attinente che ho trovato è solo quello della dr. Ceglia. Si parla di supplementazione e non di quello assunto con la normale alimentazione! Nello studio una supplementazione di bicarbonato di potassio (il quantitativo presente in 14 porzioni di frutta), confrontato al gruppo placebo, ha avuto evidenti effetti farmacologici sulla stimolazione del IGF-1, ritenzione di azoto e assimilazione del calcio.
E' risaputo che il potassio porta i liquidi dentro le cellule e il sodio lo porta fuori (pompa sodio/potassio) assumendo più potassio che sodio è ovvio che la ritenzione di liquidi si avrà all'interno delle cellule e non, come di consueto, fuori.
Nella dieta occidentale, con l'alimentazione, si introduce più sodio che potassio; aggiungici anche il depauperamento causato dalla cottura e terreni impoveriti, scarsa ingestione di frutta ed ecco che i livelli di potassio sono borderline. Nelle donne ci vedo la correlazione dello sbilanciamento fra i due sali (+ sodio e - potassio) con: tendenza marcata all'osteoporosi anche mangiano latticini a go go; ritenzione di liquidi, cellulite e crampi. Questo dei crampi, ritenzione di liquidi cellulite e, in età avanzata, l'osteoporosi, sono il cruccio di moltissime donne di mia conoscenza. E se il bicarbonato di potassio fosse il semplice ed economico rimedio casereccio per la prevenzione dei su detti problemi?
Ho letto pure che i diabetici tendono ad avere bassi livelli di potassio. Come avviene il trasporto della CO2 nel sangue? Sempre sotto forma di bicarbonato.


Per ricollegarmi a Ray Peat e gli effetti benefici della CO2 devo aggiungere che i bicarbonati, venendo a contatto con l'acido cloridrico dello stomaco, rilasciano e immettono CO2 nel sangue.

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Pagina 1 / 2