Forum

Probiotici e Fermen...
 
Notifiche
Cancella tutti

Probiotici e Fermenti  

Pagina 1 / 13
  RSS

energy
(@energy)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 111
28/09/2011 10:20 pm  

Ragazzi ho trovato questo annuncio:

http://www.portaportese.it/rubriche/Casa/Alimentari/m-probiotici-vendo-colture-0ID2009029019033

qualcuno li ha mai coltivati?

---

In rete ho trovato queste interessantissime informazioni:

Istruzioni per la coltura domestica dei SuperPROBIOTICI

1. Lactobacillus Acidophilus SuperCeppo DDS-1
2. Bifidobacterium Bifidum SuperCeppo MALYOTH
3. Lactobacillus Bulgaricus SuperCeppo LB.51

Cognizioni generali:

Aerobico/Anaerobico/Facoltativo: Un battere si dice “Aerobico” quando per vivere ha bisogno di ossigeno.
Si dice “Anaerobico”, quando per vivere non ha bisogno di ossigeno e anzi lo teme.
Si dice “Facoltativo”, quando può vivere sia in presenza di ossigeno, sia in sua assenza.
Il Bifidobacterium Bifidum è Anaerobico, vive in ambienti ove l’ossigeno è scarso o assente.
I lactobacillus Acidophilus ed il Bulgaricus, sono Anaerobici facoltativi, possono vivere sia in presenza di ossigeno, sia in sua assenza.
Molti dei batteri patogeni per l’uomo, hanno bisogno di ossigeno per sopravvivere.

Raggi ultravioletti : I raggi ultravioletti sono nocivi per la maggior parte dei batteri. (infatti, negli impianti di potabilizzazione dell’acqua, si usa anche l’irraggiamento della stessa con i raggi ultravioletti..).
E’ bene tenere le colture dei Probiotici, al riparo dall’esposizione diretta alla luce solare. (in dispensa, in una scatola di cartone coperta, o avvolti in un asciugamano)

Latte fresco/UHT Per nutrire le colture dei Probiotici, è preferibile utilizzare Latte parzialmente scremato UHT, (lunga conservazione), perché, a differenza del latte “Fresco”, essendo stato sterilizzato, ha carica batterica = zero. infatti, a differenza del latte” fresco”, se lasciato anche alla temperatura di “coltura” per settimane, non da luogo a proliferazione batterica (non “va a male”).
Una volta aperto il contenitore, anche il latte UHT, viene “inquinato” dai batteri presenti nell’ambiente, e se lasciato fuori del frigorifero, questi proliferano mandandolo “a male”.
E’ bene alimentare le colture dei Probiotici con il latte UHT parzialmente scremato, utilizzando tutto il litro di latte appena aperto. Se ne avanza, utilizzarlo per il consumo personale ma non per ri-alimentare le colture, in quanto si aumentano le possibilità di introdurvi altri batteri che possono inquinare ed adulterare le colture stesse.

Temperatura di Coltura: I batteri hanno bisogno del calore per riprodursi e moltiplicarsi, (..é per questo motivo che è stato inventato il Frigorifero… ;-)…) -
Se non hanno sufficiente energia termica (calore) dall’ambiente in cui vivono, non possono riprodursi e moltiplicarsi, e generalmente vanno in “ibernazione” o muoiono.
Se la temperatura è eccessiva, i batteri muoiono. (sterilizzazione a mezzo bollitura o surriscaldamento). Ogni tipo di battere ha una sua temperatura critica, alla quale muore.
A 80 gradi Centigradi, la maggior parte dei batteri muore. (negli ospedali, per sterilizzare i ferri chirurgici, si usa l’”autoclave” a 180 °C…)
La temperatura di coltura ideale per i Probiotici è di 30 – 37 °C.
Temperature oltre i 42 °C. possono uccidere le colture.
Alla temperatura ideale di coltura, se i batteri si trovano in un “terreno di coltura” adatto (per i ns. probiotici il latte), essi si duplicano ogni 20 minuti circa.

Duplicazione cellulare: I batteri si riproducono mediante la duplicazione cellulare (Miosi).
In condizioni ottimali, (terreno di coltura e temperature ideali), un battere si duplica mediamente ogni 20 minuti… (in otto ore da uno diviene… centinaia di milioni….), quindi, lo sviluppo della coltura avviene con andamento “esponenziale”.
Per ridurre la velocità di riproduzione, si agisce sulla temperatura. Diminuendo la temperatura della coltura, se ne diminuisce la velocità di riproduzione.
In frigorifero (a 4 °C), la coltura rallenta notevolmente la propria velocità di riproduzione, e di conseguenza il proprio fabbisogno nutritivo (letargo).

Istruzioni Pratiche per la coltura domestica.

Materiali e attrezzature occorrenti:
- 3 contenitori per ospitare la produzione giornaliera e riporre in frigorifero, contrassegnati per poterli riconoscere. /ad esempio: 1, 2, 3, - (3 bottiglie vuote di latte come quelle che ospitano le colture dei Probiotici vanno bene…contenitori di vetro, vanno meglio…;-)….)
- 1 termometro a lamina bi-metallica con scala fino a 50-70 °C – (quelli che misurano la temperatura dell’abitacolo delle autovetture vanno benissimo. Si acquista da un qualsiasi “Autoaccessori” al prezzo di 2 – 3 Euro).
- 1 Yogurtiera per vasetti Yogurt. (la “Girmi” ne fa una, il mod. “Type JC 70” a 220-240 V. 50-60 Hz. 13W - , da “Trony” si acquista intorno ai 9 – 10 Euro). Si utilizza solo il piatto termico inferiore, su cui si posano le tre bottiglie di coltura e si avvolge il tutto con due giri di asciugamano, per mantenere il calore.
In alternativa:
Il forno di casa spento, con la sola luce accesa. (garantisce una temperatura interna che dovrebbe andare dai 30 ai 38 °C, a seconda della temperatura ambiente in cucina.)
N.B.: con temperatura ambiente superiore ai 20 °C circa, le colture, una volta avviate, si moltiplicano lo stesso, anche se più lentamente, e quindi non necessita di metterle sulla Yogurtiera o nel forno.
- Stock di Latte UHT pazialmente scremato. (va bene anche quello che si acquista dai “discount” a 0,55 – 0,70 Euro/litro).
- Ricordarsi che “I batteri amici della nostra salute, denominati Probiotici” sono esseri Viventi, e necessitano di essere nutriti, giornalmente, come qualsiasi animale domestico, e come noi stessi…. 😉 …. Anche loro possono morire…di fame.

Come coltivare i “batteri amici della nostra salute – Probitici”
1. entro il giorno di ricezione:
- per ogni coltura: smezzare il contenuto della bottiglia e riporlo in frigo nell’apposito contenitore (ricordarsi di contrassegnarlo con un pennarello : 1 = Acidophilus DDS-1 - 2 = Bifidus Mayoth - 3 = Bulgaricus LB-51 )
- Riempire le colture originarie con il Latte UHT parzialmente scremato fino a tre dita dall’orlo.
- Riavvitare i tappi delle colture, lasciandoli lenti, (per permettere l’uscita del gas prodotto durante il processo di fermentazione).
- “Gustare” i 3 probiotici separatamente, per imparare a riconoscerne il gusto. (è il metodo migliore per accorgersi, in seguito, se, e quando, una coltura “è andata a male”.
2. tutti i giorni, (possibilmente):
- per ogni coltura: dopo averla agitata, per riomogenizzare la massa batterica con il fluido supernatante, togliere da 1/3 ad ½ litro di coltura e riporla in frigo nell’apposito contenitore, (ho consumarla tale e quale)
- Riempire le colture originarie con il Latte UHT parzialmente scremato fino a tre dita dall’orlo.
- Ri-avvitare i tappi delle colture, lasciandoli lenti, (per permettere l’uscita di eventuale gas prodotto durante il processo di fermentazione).

Le colture, se “ben trattate” possono durare mesi.

I batteri si possono comprare qui: http://www.natren.co.uk/index.html

Vogliamo fare un altro acquisto di gruppo?

La differenza fra muscolo e grasso è che il grasso non si mette al servizio della volontà. Per questo deve sparire. [Sven Lindqvist, Il sogno del corpo, Ponte alle Grazie]


Quota
OneLovePeace
(@onelovepeace)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 1335
28/09/2011 10:20 pm  

Posso confermare la "bontà" dei ceppi DDS-1, Malyoth e LB-51, sono
descritti per bene in questo libro:

Natasha Trenev - Probiotici (Dalla natura i batteri amici della
nostra salute)


La natura non fa nulla di inutile.


RispondiQuota
energy
(@energy)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 111
28/09/2011 10:20 pm  

Li hai assunti?
Dove li trovi?

La differenza fra muscolo e grasso è che il grasso non si mette al servizio della volontà. Per questo deve sparire. [Sven Lindqvist, Il sogno del corpo, Ponte alle Grazie]


RispondiQuota
OneLovePeace
(@onelovepeace)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 1335
28/09/2011 10:21 pm  

Ho assunto il DDS-1 che si trova nel prodotto Nutriflor della Nutrigea ( http://www.nutrigea.com/dettaglio.asp?ID=194 ), mi pare sia l'unico prodotto in Italia a contenere questo ceppo, mi sono trovato strabene, molto meglio dei probiotici che assumevo prima.

http://protonutrizione.blogosfere.it/2007/01/dds1-differenza-con-altri-acidophilus.html
http://ovosodo.blogspot.com/2008/08/yogurt-da-bere-probiotico-monoceppo.html


La natura non fa nulla di inutile.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
28/09/2011 10:21 pm  

Da oggi
sono nel club del DDS-1, ecco il barattolone da 180cps costato 60€ tondi tondi

Se non mi sistemano questi vado a Lourdes

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Muso
 Muso
(@muso)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1170
28/09/2011 10:22 pm  

non sarà rischioso assumerli così alla ceca?
Non si rischia di favorire troppo un ceppo che magari è gia ben presente nell'intestino a scapito di uno che effettivamente manca?

Perugini ha sempre detto di non prendere mai i fermenti senza aver prima avuto un consulto medico a riguardo..
Lo so che quelli sono naturalmente presenti nell'intestino,quello che volevo dire è che se il tuo problema dipende dalla carenza di un altro ceppo(senza visita specialistica non lo saprai mai)e tu ne rafforzi uno già ben presente,crei squilibri.
Rejuvelac e kefir contengono quantità molto più basse di probiotici e rientrano nella dieta dell'uomo da migliaia di anni,è un po' diverso...


RispondiQuota
Andrea
(@andrea)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 707
28/09/2011 10:24 pm  

non so ma il dds1 non mi sta dando l'effetto sperato ( )..come dosi mi attengo alle indicazioni in etichetta. finisco il barattolo e poi valuto


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
28/09/2011 10:25 pm  

NON mi sto trovando bene con i DDS-1, i primi tempi nonostante mi facessero essere regolari mi davano problemi alla lingua,la quale si chiazzava,e diveniva dolorosa, poi li ho sospesi per vedere ma in contemporanea presi l'antibiotico, mi sentii male etc etc, da 2 settimane ho diarrea, i DDS-1 non riescono bloccarmela inoltre son tornate le fastidiosissime afte e dolori alla lingua che sembra un campo di battaglia.
Come caspita è possibile che sulla carta sia un superceppo, il migliore, ma io mi trovo male?
Le difese immunitarie peggiorano di giorno in giorno...non mi ero beccato niente questo inverno ed invece ora mal di gola e tonsille in fiamme...
Da oggi li risospendo per vedere e fare la prova del 9.
Se miglioro allora c'è veramente qualcosa che non torna.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
28/09/2011 10:25 pm  

Prova quello che prendo io; 2 bustine per almeno 3 settimane: EnterolactisDuo per me n.1!!!

Nella scheda tecnica c'è scritto: <>

ed inoltre:

<>

http://www.sofarfarm.com/sofarfarm/allegati/pdf/ENTEROLACTIS_DUO.pdf

Quindi serve a regolare e ripristinare l'intestino compromesso e non solo per la stipsi! Io non ci sono arrivato da solo a questo integratore: come ho già detto l'avevano prescritto a una mia zia intossicata dal tiramisù avariato! Lei aveva la dissenteria e non la stipsi......chiaro?^_^

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Andrea
(@andrea)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 707
28/09/2011 10:26 pm  

bè in effetti ci sono molti pareri positivi su questo enterolactis duo..ma contiente solo un tipo di lactobacillo e basta? ho visto che negli ingredienti è presente il fruttosio, penso che per la quantità che ne se ingerisce sia proprio da trascurare


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
28/09/2011 10:26 pm  

Bhè il fruttosio presente è proprio trascurabile...
Serve da substrato ai batteri probiotici sennò muoiono di fame
Sulla carta un solo ceppo non sarebbe il massimo ma sulla carta il DDS-1 doveva essere spettacolare...e io mi trovo male,gia un giorno che ho smesso e le afte nella lingua sono diminuite... alla fine contano di più i pareri sul campo come quello di fabietto..anche se pure Onelovepeace (Gabriel) aveva detto di essersi trovato bene con i Nutriflor..alla fine prova che ti riprova se non mi prende un accidente prima troverò quello giusto per rimettere in ordine il mio intestino.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Andrea
(@andrea)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 707
28/09/2011 10:27 pm  

Fabietto ho visto che c'è anche l 'enterolactis plus oltre al duo, si differenzia per la quantità piu elevata di batteri e per l'assenza di inulina..l'hai mai provato?
e poi se puoi dirmi quanto ne prendi e quando..grazie mille


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
28/09/2011 10:27 pm  

No la versione plus non l'ho provata: mi sono fossilizzato sul Duo perchè l'inulina contenuta ha molti pregi: nell'intestino diventa nutrimento specifico per lo sviluppo selettivo dei Bifido Batteri che si sommano a quelli del Lactobacillus Casei DG nell'inibire ulteriormente i batteri potenzialmente patogeni; la fermentazione dell'inulina nel colon produce acidi grassi a catena corta, in particolare butirrato, principale substrato energetico per le cellule epiteliari del colon di cui contribuisce a mantenere l'integrità funzionale; l'inulina aumenta la biomassa delle feci e per questo è utile nella stipsi.

Adesso non lo stò prendendo perchè non ne ho bisogno.
Comunque per la posologia mi attengo al foglietto informativo: 1 bustina 2 volte al giorno (2 bustine al giorno in totale) prese prima dei pasti - un trattamento, per essere efficace, deve durare almeno 3 settimane.

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
28/09/2011 10:29 pm  

Sempre le bustine: altro formato non c'è della versione DUO!
Vi dò un consiglio d'oro per diluire bene il prodotto in acqua senza dannarvi:
1. Versare l'acqua nel bicchiere;
2. Aprire la bustina;
3. Con il cucchiaino incominciare a mescolare l'acqua;
4.senza fermarvi di mescolare versare a poco a poco il prodotto fino a quando il tutto è sciolto perfettamente;
5. Ingurgitare (ha sapore di zucchero filato).

Se non rispettate questi consigli pena grumi super attaccosi tra bicchiere e cucchiaino :face:

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
28/09/2011 10:29 pm  

Enterolactis DUO promosso!
Mi ha rimesso in sesto.
Costa uno sproposito però..12,50€ per 10bustine che se prese 2 volte al giorno....

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
28/09/2011 10:30 pm  

Six commercial probiotic products produced and marketed Italy (containing Lactobacillus GG, Lactobacillus casei DG, Lactobacillus reuteri, Bacillus clausii spores, Bifidobacterium longum and Saccharomyces boulardii) were assayed for their stability during storage, acid, base and bile tolerance and adherence to human intestinal cells. Results indicate that storage, even at conditions established by manufacturers, affects the microbial content of products based on B. longum and partially of that containing L. casei GG . Differences in acid and bile tolerance were found for the products, S. boulardii being better able to survive acid and bile than bacteria. Vegetative cells of B. clausii and B. longum were more susceptible than lactobacilli to low pH values, while fewer differences were found for bile tolerance. Lactobacilli and only partially B. longum, were able to adhere to Caco-2 cells, while S. boulardii and B. clausii showed reduced adherence to human intestinal cells. In conclusion, the products did not completely fulfill all probiotic attributes.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18606590

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Pagina 1 / 13