Forum

Probiotici e Fermen...
 
Notifiche
Cancella tutti

Probiotici e Fermenti  

Pagina 5 / 13
 

fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7362
04/12/2012 4:50 pm  

Visto che il "casei" ti sta facendo bene, prova a integrare l'inulina di cui vanno "ghiotti" sia il casei che altri fermenti lattici "benefici".

ora dopo sei mesi di dieta è molto lieve e con i probiotici ancora meglio.. speriamo bene:D

Secondo Matt Stone, sei nel pieno della "Luna di miele paleo". In questo periodo le surrenali stanno facendo scintille e si è drogati di catecolamine. A quanto a pare questo "paradiso dopaminico" non dura a lungo e prima o poi ci sarà un crollo. Se vuoi che questa luna di miele duri a lungo alterna periodi di dieta paleo a periodi di libertà dove mangi quello che ti pare! Non fare l'errore di lesinare a lungo sui carboidrati.


Le cause sono spesso multifattoriali e disparate e si manifestano laddove la corrispondente parte genetica ereditata è più debole. C'è chi sfoga sull'intestino, chi sullo stomaco, chi sulla pelle con dermatite e/o acne, chi sui capelli, chi con l'artrite e chi più di queste cose tutte assieme. E a complicare le cose, spesso la parte colpita non è essa stessa il problema, ma può derivare da altri "malfunzionamenti" a monte, in una visione olistica della faccenda.
Esempio: Tiroide malfunzionante derivante da problemi intestinali (vedasi celiachia)

si è una chiave di lettura che si sta tutta

ma al di là di dei problemi della tiroide che possono portare alla celiachia ma il glutine non sarebbe da evitare a prescindere se uno ha o non ha problemi di tiroide?

Per quanto ne so il glutine esprime tutto il meglio di se quando è presente permeabilità intestinale dovuta a una disbiosi intestinale. Quando la flora batterica è forte e rigogliosa anche il glutine, ovvio non esagerare, viene tollerato molto meglio.

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9763
04/12/2012 4:56 pm  

Io penso che allo stato attuale, questo tipo di glutine che ci ritroviamo a tavola, sia comunque un insulto alle pareti intestinali, quasi niente è rimasto dei grani antichi, e per il grano non è solo il glutine a destare preoccupazione. Ci si è spinti troppo in là con la manipolazione e la selezione. Sicuramente, si può vivere in salute senza grano, quindi pur togliendosi qualche sfizio ogni tanto, consiglio di toglierlo.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
BobbioeBabbo
(@bobbioebabbo)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 95
04/12/2012 5:01 pm  

Visto che il "casei" ti sta facendo bene, prova a integrare l'inulina di cui vanno "ghiotti" sia il casei che altri fermenti lattici "benefici".

ora dopo sei mesi di dieta è molto lieve e con i probiotici ancora meglio.. speriamo bene:D

Secondo Matt Stone, sei nel pieno della "Luna di miele paleo". In questo periodo le surrenali stanno facendo scintille e si è drogati di catecolamine. A quanto a pare questo "paradiso dopaminico" non dura a lungo e prima o poi ci sarà un crollo. Se vuoi che questa luna di miele duri a lungo alterna periodi di dieta paleo a periodi di libertà dove mangi quello che ti pare! Non fare l'errore di lesinare a lungo sui carboidrati.


Le cause sono spesso multifattoriali e disparate e si manifestano laddove la corrispondente parte genetica ereditata è più debole. C'è chi sfoga sull'intestino, chi sullo stomaco, chi sulla pelle con dermatite e/o acne, chi sui capelli, chi con l'artrite e chi più di queste cose tutte assieme. E a complicare le cose, spesso la parte colpita non è essa stessa il problema, ma può derivare da altri "malfunzionamenti" a monte, in una visione olistica della faccenda.
Esempio: Tiroide malfunzionante derivante da problemi intestinali (vedasi celiachia)

si è una chiave di lettura che si sta tutta

ma al di là di dei problemi della tiroide che possono portare alla celiachia ma il glutine non sarebbe da evitare a prescindere se uno ha o non ha problemi di tiroide?

Per quanto ne so il glutine esprime tutto il meglio di se quando è presente permeabilità intestinale dovuta a una disbiosi intestinale. Quando la flora batterica è forte e rigogliosa anche il glutine viene tollerato molto meglio.

ok per l'inulina proverò;)

la mia paleo era inizialmente scarsa di carboidrati e dimagri molto ma ora ne mangio molti di più,sia chiaro sempre verdure e frutta e due volte a settima vario tra patate e riso,prima riso e patate mi davano molto piu fastidio a livello di dermatite(amido) ora molto meno

ad esempio ad inizio paleo mangiavo un frutto al mattino a pranzo poche verdure e una fetta di carne, a cena idem cioè,non mangiavo durante le pause dei pasti... ora mangio di piu la mattina,nel pomeriggio tra carote frutta difficilmente ho periodi lunghi di pausa,dopo cena idem mangio sempre carboidrati

e ho messo su 4 kg,non tutti muscoli,anche ciccia:D ma molto meglio cosi,insomma quando ho fame mangio mentre inizialmente stavo attento a tutto e mangiavo molto meno

non credo che continuando a mangiare bene disciamo non rigorosamente paleo mi ritornerà quella dermatite devastante,l'anemia, la tachicardia che avevo prima della dieta... fabietto non mettermi ansia :D:D


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7362
04/12/2012 5:07 pm  

Sì, in effetti non si può chiamare nemmeno più grano! Certo che se si potesse avere il grano autoctono di una volta sarebbe molto meglio di quello "artificioso" del presente. Ma ormai è tutto manipolato: carne, latte, uova, frutta e verdura... tutti surrogati che degli originali mantengono solo la forma ma non il nutrimento!:(

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9763
04/12/2012 5:11 pm  

Alcuni alimenti rimangono comunque accettabili, io come scelta personale ho deciso di non mangiarlo in pianta stabile, se non in ricorrenze o cene di gruppo.
E visto che siamo in tema del thread, il glutine è una di quelle cose che influisce sulla composizione del tipo di flora intestinale.
https://www.mangiaconsapevole.com/forum/T-GLUTINE.html?pid=7694#pid7694

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
BobbioeBabbo
(@bobbioebabbo)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 95
04/12/2012 5:16 pm  

personalmente non toccherò mai più in vita mia glutine lieviti ecc visto i benefici fenomenali che ho avuto eliminandoli

la dimostrazione che il mio sistema immunitario si sta riabilitando dopo sei mesi senza quello schifezze glutine,coca cola e varie sta ne fatto che ieri mi sono abbuffato:D di cioccolatini(uno dei rari sgarri in sei mesi) e non ne ho pagato le conseguenze,sto parlando di una trentina di cioccolatini con latte!!:D se lo avessi fatto prima della dieta sarei stato sulla tazza del cesso per più volte nella stessa giornata:D. si ora una volta a settimana mi concedo lo sfizio,certo non più in quelle quantità ma la dieta non deve diventare uno stress quindi una volta ogni tanto alimenti contenenti latte me li concedo,al bando invece glutine pane pizza pasta.. quelli mai più


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7362
04/12/2012 5:18 pm  

non credo che continuando a mangiare bene diciamo non rigorosamente paleo mi ritornerà quella dermatite devastante,l'anemia, la tachicardia che avevo prima della dieta... fabietto non mettermi ansia

"NON rigorosamente paleo" - questo è importante! Man mano che passa i tempo si diventa sempre meno sensibili agli stimolanti e per riprovare le sensazioni e stati di benessere iniziali, si è portati a ridurre sempre di più i carboidrati. Questo non è bene. Ti posto il libro di Stone in pv che così ti fai un idea e integrando alla paleo anche il suo punto di vista, potrai godere a lungo delle migliorie che stai sperimentado!;)

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9763
04/12/2012 5:20 pm  

Questo è uno dei motivi del perché il latte può dare problemi intestinali quando l'intestino ha problemi pregressi derivanti dal glutine, in certe situazioni il glutine fa diminuire l'enzima lattasi, tra le altre cose, e produce endotossiemia.
Per tutti quei processi silenziosi la faccenda è di difficile valutazione, ma su alcune cose possiamo dire la nostra con riscontri pratici.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
BobbioeBabbo
(@bobbioebabbo)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 95
04/12/2012 5:36 pm  

Questo è uno dei motivi del perché il latte può dare problemi intestinali quando l'intestino ha problemi pregressi derivanti dal glutine, in certe situazioni il glutine fa diminuire l'enzima lattasi, tra le altre cose, e produce endotossiemia.
Per tutti quei processi silenziosi la faccenda è di difficile valutazione, ma su alcune cose possiamo dire la nostra con riscontri pratici.

concordo,anche se pure con il latte tenderò a non sgarrare anche qualora lo dovessi digerire benissimo,come detto solo una volta a settimana su cioccolata a latte o cose simili,perchè il latte pastorizzato che poi è quello che si trova nei cioccolatini e nel cioccolato in genere è pastorizzato e a quanto ho letto è meglio strarne lontani...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7362
04/12/2012 8:21 pm  

Io penso di avere raggiunto un buon compromesso con la mia flora intestinale :asd: perché una mega pizza croccante cotta nel forno a legna, ultra glutinosa, con doppia mozzarella e origano e una birretta cruda al mese, nelle ore/giorni successivi non mi alterano la digestione. Ogni giorno mi sto mangiando un po' di pane di segale con burro e miele a colazione e circa 100 grammi di farina di avena divisa in 2 frullati per gli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio. Le feci sono sempre ben formate e non ho segni di intolleranza. Sembra che non ho neanche problemi di tiroide: i valori degli esami del sangue sono sempre nei range, ho sempre mani, piedi e naso caldi e la temperatura corporea è sempre costante. Non soffro di stanchezza cronica... in somma mi sento bene. Sono solo un po' incazzato con il "sistema"... ma questa è un'altra storia!
Nei mesi che avevo reinserito il latte crudo di capra l'ho digerito benissimo da subito. Quello pastorizzato e UHT, invece... l'ho sempre digerito malissimo! A fine dicembre, finalmente, ritornerò a bere latte di capra: mi piaceva assai.

Non so se faccia la differenza ma Io, mia moglie, mia figlia e i miei genitori, nel fine settimana, come un rito scaramantico :asd: , anche se non abbiamo nessun problema digestivo, ci prendiamo sempre una bustina di enterolactis duo.


La prossima primavera, con questo nuovo regime dietetico libertario, sono curioso di vedere come mi sentirò! La primavera passata, che ero in paleo inoltrata, non mi sentivo per niente bene! La primavera, con la mia allergia ai pollini, è la cartina tornasole del mio stato di salute.

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
BobbioeBabbo
(@bobbioebabbo)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 95
07/12/2012 1:51 am  

che differenza c'è tra enterolactis duo e plus?

sono al 20 giorno di enterolactis plus(due bustine al giorno) quindi oggi sono state le ultime due bustine ma se facessi altri 5 giorni non ci sono controindicazioni giusto? ,cioè 25 giorni forse è anche meglio di fare solo 20 giorni di probiotici. chi mi consiglia o sconsiglia:D


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7362
07/12/2012 9:26 am  

Il duo ha una quantità inferiore di fermenti e contiene l'inulina.
Non credo ci siano controindicazioni ad arrivare a 25 giorni. Quando mi è capitato ne ho fatto sempre un mese di fila e non ho mai riscontrato problemi.

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
BobbioeBabbo
(@bobbioebabbo)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 95
07/12/2012 6:11 pm  

Il duo ha una quantità inferiore di fermenti e contiene l'inulina.
Non credo ci siano controindicazioni ad arrivare a 25 giorni. Quando mi è capitato ne ho fatto sempre un mese di fila e non ho mai riscontrato problemi.

ma poi non ho capito che vuol dire fermenti di "origine umana" in realta' sono di origine chimica di fermenti che abitano normalmente la nostra flora intestinale. fabietto ho capito bene? no perche' questo termine "origine umana" e' ambiguo


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7362
07/12/2012 6:26 pm  

Durante le colonscopie gli raschiano con una spatola dall'interno degli intestini degli ignari donatori 😛
Scherzo!:D Probabilmente, all'origine, i batteri sono stati prelevati da dei donatori; poi in laboratorio avranno fatto delle colture con delle tecniche che sanno solo loro, liofilizzati, imbustati e rivenduti a noi consumatori.
Ciao:-)

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
BobbioeBabbo
(@bobbioebabbo)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 95
07/12/2012 6:56 pm  

Durante le colonscopie gli raschiano con una spatola dall'interno degli intestini degli ignari donatori 😛
Scherzo!:D Probabilmente, all'origine, i batteri sono stati prelevati da dei donatori; poi in laboratorio avranno fatto delle colture con delle tecniche che sanno solo loro, liofilizzati, imbustati e rivenduti a noi consumatori.
Ciao:-)

non per essere sospettoso ma questi batteri saranno stati presi da persone realmente sane? con tutto lo schifo che fanno ad esempio con i vaccini non vorrei che fosse un altro modo per inguaiarci.chi mi da la sicurezza che questi donatori siano sani come pesci.lo so,siamo nel campo del sospetto ma meglio non fidarsi mai 😀


RispondiQuota
energy
(@energy)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 111
07/12/2012 7:34 pm  

In base a quali parametri scegliete gli integratori probiotici?
Io al momento sto assumendo VSL3, più che altro per la quantità di probiotici che dovrebbe contenere una bustina, ossia 450 miliardi di 8 ceppi probiotici vivi (poi se siano tutti effettivamente vivi e vegeti, ed in più anche motivati ad aggrapparsi alle mie pareti intestinali, questo non lo potrò mai sapere... 🙂 ).
Ne assumo una bustina ogni 2-3 giorni, più che altro per ammortizzare il costo abbastanza elevato, e poi anche per la convinzione che, nel passato dei nostri cari antenati, credo che i probiotici venissero assunti quasi esclusivamente mangiando le interiora degli animali, cosa che non poteva avvenire in maniera abitudinaria, ma solo saltuaria, quindi in questo modo andrei a "mimare" un'assunzione paleo style, ultimamente a me sempre più cara.
Tutto sommato, devo dire che stomaco/intestino in questo ultimo periodo non mi stanno dando problemi, ed anche le evacuazioni intestinali iniziano a regolarizzarsi, ed il fatto che abbia iniziato l'assunzione di VSL3 potrebbe non essere una semplice coincidenza.
Si, lo so, ho usato troppi condizionali, ma in quest'ultimo periodo non ho più certezze... :hi-bye:

La differenza fra muscolo e grasso è che il grasso non si mette al servizio della volontà. Per questo deve sparire. [Sven Lindqvist, Il sogno del corpo, Ponte alle Grazie]


RispondiQuota
Pagina 5 / 13