Forum

[VITAMINA A] e beta...
 
Notifiche
Cancella tutti

[VITAMINA A] e beta carotene  

Pagina 9 / 10
  RSS

Matz
 Matz
(@matz)
Utenti
Registrato: 4 anni fa
Post: 884
18/09/2018 9:34 pm  

Non ti ha mai portato da nessuna parte perché non hai fatto quello che si doveva fare nel modo in cui andava fatto.

La pelle è un organo emuntore ed è lo specchio dell’intestino, se hai studiato sai bene che siamo cavi dalla bocca fino all’ano, quindi è una seconda pelle, il rivestimento intestinale non è una parte interna del corpo bensì esterna, è a contatto col mondo esterno proprio come la pelle.
La pelle secca migliora man mano che la condizione intestinale migliora, meno tossine significa rivestimento intestinale e pelle migliore.
Migliora in tanti modi, evitando cibi che danno problemi ad esempio, meno tossine ovviamente, se io non digerisco le proteine perché ho bassa acidità di stomaco e switcho in dieta fruttariana vedrò la mia pelle migliorare perché non ho H2S e ammoniaca circolanti ad esempio, oppure cosa ne so, ho un sacco di archea nel tenue che mi intossicano di metano dovuto ad una sovrapproduzione di idrogeno e la pelle diventa secca, tolgo magari i fodmaps e la pelle migliora, oppure ancora ho dei lattobacilli nel tenue che mi producono istamina, mi si secca la pelle è io che ne so, gli tolgo i fodmaps, riduco l’istamina circolante di circa il 700perc e la pelle migliora.
Migliore è il rivestimento intestinale, migliore è la pelle.
È ovvio che eliminare cibi è pressoché stupido, se non digerisco le proteine la colpa non è delle proteine, tanto come i carboidrati oppure i grassi, è sempre e solo colpa dell’intestino che non lavora in modo ottimale e va trattato.

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
18/09/2018 9:48 pm  

Grazie delle spiegazioni, probabilmente ignori da dove vengo e tutto quello che ho fatto per cercare di recuperare la salute, non che tu debba saperlo in effetti...hai le tue idee e per ora ti sembrano quelle giuste, continua sulla tua strada finché ti dà ragione.

Ora però non avendo nessuno qui letto i libri di Grant mi riesce difficile parlare di alcune cose che per me sono logiche e fondate, capisco che sono lunghi e forse noiosi ma se non è scattata la scintilla della curiosità o del sapere la discussione è morta in partenza, è dura passare oltre certi schemi/credenze/pregiudizi. Lo faccio pure io, scremo molte notizie per le quali reputo non valga la pena approfondire, appunto un bias, pregiudizio.

p.s. Finché la persone la pensano come noi le reputiamo intelligenti, poi improvvisamente diventano stupide, analfabete funzionali, boccalone, piteche, troglodite etc etc...

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
02/11/2018 1:31 pm  

Voglio porre un primo serio spunto di riflessione, cercando di giudicare le interazioni che ha questa sostanza nel corpo umano.
A fare un riassunto ci ha già pensato qualcuno più esperto in materia di me, quindi estrapolerò alcune(tante) frasi da uno studio del 2015, citato anche da wikipedia, pensate un po' era proprio sotto gli occhi...

La vitamina A ed i retinoidi come tossine mitocondriali
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4452429/

[...]È stato precedentemente dimostrato che il retinolo induce l'emolisi penetrando negli eritrociti del coniglio e distruggendo la struttura fisica delle membrane [...]

[...]In altri lavori, gli autori hanno scoperto che l'emolisi indotta dal retinolo dipendeva dalla formazione di radicali idrossilici[...]

[...] Goodall et al. hanno dimostrato che il retinolo e i retinoidi (retinaldeide, acido α- retinoico, iso-13-retinolo e retinilacetato) hanno indotto fusione cellulare, emolisi e gonfiore dei mitocondri. In realtà, la somministrazione intravascolare di acido all trans retinoico a pazienti sottoposti a trattamento con leucemia promielocitica acuta ha indotto emolisi e complicato il proseguimento di questa procedura clinica[...]

[...]Complessivamente, tali risultati indicano una potenziale capacità della vitamina A e dei suoi derivati di interagire negativamente con le membrane biologiche, un evento che può portare allo stress degli organelli, come, ad esempio, la disfunzione mitocondriale e all'apoptosi o necrosi cellulare.[...]

[...]Successivamente, è stato riportato che il retinolo ha anche alterato la struttura mitocondriale inducendo gonfiore e perossidazione lipidica nelle membrane mitocondriali in vitro[...]

[...] i ricercatori hanno scoperto che il retinolo induceva una diminuzione della vitalità cellulare e del contenuto di ATP e una maggiore formazione di O2[...]

[...]Tale azione negativa di questa vitamina e dei suoi derivati sulla funzione mitocondriale e / o sulla dinamica può causare la morte cellulare. Il rilascio del citocromo c nel citosol può portare a due processi importanti: aumento della produzione di O2 e apoptosi attraverso la formazione dell'apoptosoma[...]

[...]Quindi, il rilascio di citocromo c deregolato può portare le cellule a morire per necrosi, inducendo infiammazione, un processo ancora più deleterio per la vitalità cellulare[...]

[...]Gli autori concludono che la vitalità delle cellule sono affette da tutti i transretretici da un meccanismo che aumenta la concentrazione di ioni Ca 2+ citosolici, che portano allo stress ossidativo e al danno del DNA[...]

[...]Gli effetti della vitamina A e dei retinoidi sulla funzione mitocondriale sono stati ben studiati in vitro . Tuttavia, recentemente è stato dimostrato che l'integrazione di vitamina A intragastrica (gavage) a dosi farmacologiche (da 1.000 a 9.000 UI / kg al giorno -1 ) per 3, 7 o 28 giorni induce redox e menomazioni bioenergetiche  nelle regioni del cervello del ratto e in altri tessuti di ratti Wistar maschi adulti[...]

[...]Oltre ad un possibile aumento di generazione di H2 O2 , è stata rilevata una aumentata glutatione S-transferasi (GST, un enzima responsabile delle reazioni di disintossicazione di fase II della coniugazione in diversi tipi di cellule)[...]

[...]può facilitare la morte neuronale dopaminergica mediante apoptosi o necrosi, portando a effetti dannosi sul controllo del movimento, come osservato nei pazienti affetti dal morbo di Parkinson[...]

[...]È stato rilevato un aumento da 2,5 a 2,9 volte dei livelli di perossidazione lipidica nei mitocondri isolati da ratti trattati con vitamina A quando esposti a CaCl 2[...]

[...]Come previsto, l'integrazione di vitamina A ha aumentato la suscettibilità dei mitocondri (isolati dall'asse nigrostriatale e dalla corteccia frontale e dall'ippocampo) a H 2 O 2(un ROS) e al peptide β- amiloide 1-40 e al peptide 1-42 (che si accumulano in entrambi gli ambienti extra- e intraneuronali nel caso del morbo di Alzheimer)[...]

[...] È una scoperta importante che dimostra che anche dosi raccomandate di vitamina A (che sono state considerate sicure per gli esseri umani) facilitano il danno mitocondriale quando tali organelli sono esposti a molecole reattive (con o senza natura radicale)[...]

[...]Alcune evidenze indicano la vitamina A come induttore dello stress del reticolo endoplasmatico[...]

[...]La disfunzione mitocondriale dà luogo a una miriade di conseguenze. Comprende deficit bioenergetici, aumento della produzione di specie reattive dell'ossigeno o dell'azoto (ROS e RNS, risp.) E apoptosi o necrosi. Quindi, è molto importante mantenere l'omeostasi mitocondriale per evitare la perdita della qualità cellulare e la morte attraverso meccanismi che possono culminare nell'infiammazione, per esempio.[...]

[...]studi sull'uomo hanno dimostrato che l'uso di 13- cisL'acido retinoico (come trattamento dell'acne nodulare) diminuiva il metabolismo nella corteccia orbitofrontale[...]In effetti, vi è una forte quantità di prove che dimostrano che l' acido 13- cis -retinoico (isotretinoina) induce depressione e aumenta sia l'idea di suicidio che i tassi di suicidio tra alcuni pazienti sottoposti a tale trattamento [...]

[...]Infatti, la capacità dei retinoidi di indurre la disfunzione mitocondriale e la morte cellulare è stata utilizzata farmacologicamente come strategia per trattare diverse malattie umane da disturbi dermatologici ad alcuni tipi di cancro [...]

[...]In realtà, è stato riportato che l'utilizzo di integratori vitaminici (inclusi vitamina A e carotenoidi) da parte di soggetti ben nutriti può aumentare il rischio di mortalità tra di essi [...]

[...]Inoltre, è allarmante che la combinazione di β-carotene (30 mg, vitamina A precursore della dieta vegetale) e retinolo palmitato (25.000 UI) hanno aumentato l'incidenza del cancro al polmone tra uomini e donne in uno studio clinico, tale che si è reso necessario interromperlo a causa dell'aumento del cancro al polmone e della morte tra i volontari [...]

[...]Inoltre, la vitamina A e i retinoidi alterano la struttura mitocondriale causando gonfiore agli organelli. Sono necessari ulteriori studi per chiarire in che modo la vitamina A e i retinoidi influenzano i mitocondri e se esiste un nesso causale tra tale evento e le manifestazioni cliniche osservate sia sperimentalmente che nell'uomo.[...]

[...]Nel complesso, occorre prestare attenzione quando si utilizza la vitamina A o i suoi derivati in alcune condizioni specifiche, poiché tali molecole regolano il ciclo cellulare e il destino cellulare (sopravvivenza o morte) in modi diversi e i suoi effetti tossici possono anche portare a danni irreversibili[...]


Non ha importanza se non avete letto tutte le citazioni, qui si sta dicendo (in maniera scientifica e provata) che il retinolo (e derivati) è tossico per le nostre cellule, e non è questione di quantità, è tossico anche a piccole concentrazioni, poi ovvio che il danno è proporzionale alla quantità.
Come può una sostanza così tossica per le nostre cellule essere chiamata vitamina? Come può un effetto tossico su cellule e quindi tessuti essere scambiato come effetto regolatore e quindi vitamina?
Lo so, è così assurdo che si fa fatica a crederci, ci sono molte cose che sembrano contraddirsi, tipo la cecità notturna etc, ma non si può far finta che gli studi "contro" la vitamina A non esistano e parlare solo di una tossicità ad elevate dosi, quella è solo la punta dell'iceberg perché è palese, quello che sta sotto non lo vediamo ma c'è.

Ora non deve scattare la psicosi da cibi contenenti vitamina A, è una sostanza che il nostro corpo sa trattare per quello che è, il fegato serve a questo, per toglierla rapidamente dal flusso sanguigno e stoccarla nel fegato rendendola innocua. Ma tutto ha un limite, ed un certo tipo di dieta più integratori creano uno stato da intossicazione subdolo da riconoscere...ma c'è molto, molto di più.
Io vorrei risposte precise, mirate e nel contesto, non generiche bollando il tutto come eresie scientifiche, perché tutte queste prove vengono da studi scientifici, e non si può prendere come vero solo quello che ci fa comodo, vale anche per il sottoscritto naturalmente.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
02/11/2018 1:54 pm  

Allucinante!

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
02/11/2018 2:02 pm  

Leggere della sospensione di uno studio perché i poveri volontari stavano morendo uno dietro l'altro con quel mix mi lascia basito, devo ammetterlo. Poi starò ingigantendo la questione perché l'ho presa a cuore come spiegazione del mio recente declino (a ragione visto i risultati che sto conseguendo) ma chi conduceva lo studio, se ha ritenuto bene di interromperlo è perché i dati mostravano chiaramente un andamento di correlazione pericoloso, mortale direi.

Invito pubblicamente @Nataku a leggere questa discussione

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Matz
 Matz
(@matz)
Utenti
Registrato: 4 anni fa
Post: 884
02/11/2018 2:49 pm  

“Volevo pubblicare la mia storia:

Ho preso accutane nel 2010. Nel 2013 mi è stata diagnosticata l'osteopenia all'età di 27 anni. Non sapevo come risolverlo. Così ho iniziato a provare integratori, diete ed esercizi, ma niente ha funzionato. Alla fine, le diete e gli integratori hanno iniziato a causare altri problemi di salute (principalmente la digestione). Così ho fermato i supplementi, ma i problemi di digestione sono rimasti. Alla fine, con il passare del tempo, si sono sviluppati sempre più sintomi (mal di testa, nebbie cerebrali, depressione, dolore al collo, dolori articolari, allergie alimentari, affaticamento, ecc. Ecc. Ecc.). Alla fine (gennaio 2018), ho letto questo blog e ho immediatamente iniziato una dieta a zero vitamina A. Ho notato subito un miglioramento.

Ora sono 8 mesi a dieta a basso contenuto di vitamina A e mi sento molto meglio. Mi sento meglio quando mangio poco vitamina A e anche cibi a basso contenuto di vitamina A. Il riso non mi sta bene e penso di essere allergico al riso in questo momento. Il miele causa problemi digestivi. Faccio del mio meglio con patate bianche, burro di arachidi e fagioli neri tutti i giorni. Aggiungo pollo e manzo ogni tanto. Il burro di arachidi sembra calmare / calmare il mio intestino. Mangio solo un cucchiaino un giorno di burro di arachidi. Mi ci sono voluti molti tentativi ed errori per capire quali alimenti a basso contenuto di vitamina A mi fanno sentire meglio.

La mia previsione (speranza) è tra 2-3 anni con una dieta a basso contenuto di vitamina A, avrò guarito la maggior parte dei miei problemi di salute. Penso che potrebbero volerci 4-5 anni prima che le mie ossa guariscano completamente. Il mio primo sintomo nel 2013 è stato il problema delle ossa, quindi penso che impiegheranno più tempo a guarire.

Non sto assumendo alcun integratore.”

https://www.healthextremist.com/how-i-got-vitamin-a-toxicity/

Cioè ti stai rendendo conto che i soggetti che sperimentano tossicità da vitamina A sono tutti mezzi cadaveri? Guarda questo sopra cos’ha scritto dai, penso di essere allergico al riso, il miele mi da problemi gastrointestinali, il burro di arachidi invece sembra calmare le mie budella o robe simili... ma questo è tipo la punta dell’iceberg, se leggi i commenti ci saranno 200 persone ipotiroidee con problemi intestinali.

La tossicità della vitamina A è ben nota in letteratura scientifica è ampiamente studiata, ancora la scienza non sa perché alcune persone sperimentano tossicità e altre no a dosi diverse, questo è quello che dice la scienza.

Con le liposolubili non si scherza ma se la tua soglia di sopportazione è così bassa, come già avevo detto in precedenza è che semplicemente non funzioni bene, e la coperta sarà sempre corta se tu non vai alla base dei tuoi problemi.
Skippare la vitamina A con diete innaturali tipo latticini scremati, filetto, petto di pollo spellato e cagate di diete simili non risolverà il tuo problema a monte.

La tossicità da vitamina A è ben documentata in letteratura scientifica e qua è scritto a caratteri cubitali che non si capisce ancora il perché alcune persone sono più sensibili di altre e che si sta cercando un modo di studiarlo ma la colpa non è della vitamina A in se, ma il metabolismo individuale di ognuno di noi:
https://academic.oup.com/ajcn/article/83/2/191/4649798

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
02/11/2018 4:06 pm  

Accutane è molto tossico, già solo leggere il bugiardino ti fa rizzare i capelli, tanto che lo han dovuto togliere dal commercio.
Se quel ragazzo ha altri problemi che si sommano non toglie il fatto della tossicità di Accutane, se dovesse risolvere i problemi al contorno ipotizzati, magari aumenterà la soglia di sopportazione perché il fegato sarà al massimo della funzionalità ma è solo uno spostare ad un limite maggiore il problema.

Il problema è che il retinolo è tossico anche a dosi molto piccole sulla cellula, questo è il fatto, è qui che si sposta la discussione, e che non c'è solo l'intossicazione acuta della quale sì è sempre parlato e la scienza ha sempre riconosciuto, chi ha detto il contrario.

L'effetto tossico a livello cellulare è il meccanismo per il quale viene usato come chemioterapico, certo parliamo di dosi diverse, ma il principio di funzionamento è lo stesso sia a piccole che a grandi dosi.

Ora, se tu sei in grado di dimostrare che non è vero, che il retinolo non ha questo effetto a livello cellulare, ti ascolto volentieri e ne discutiamo.
Gli organi sono fatti dai tessuti, i tessuti dalle cellule, capisci perché è importante capire la portata della cosa?
Come ci sono i meccanismi che ci proteggono dai radicali liberi, ci sono i meccanismi che ci proteggono da azioni tossiche di certe molecole.
Pare che una certa quota di radicali liberi sia necessaria come stimolo, sarà così anche per il retinolo?
Sono tutte cose che vorrei capire...

Poi il discorso personale per il momento vorrei lasciarlo da parte, ho tutti i motivi di questo mondo per perseguire in quello che sto facendo come tu Matz il tuo. E' inutile al momento discutere se è l'intestino la causa di ogni male o il retinolo, perché nessuna delle due cose è vera e nessuna delle due cose è falsa.
Così come parlare della dieta, ti stai soffermando su alcune cose che ho scritto senza capire il contesto, sei partito a razzo dicendo che facevo una dieta senza grassi quando poi se vado a fare la conta tra olio di oliva e grassi vari della carne ce ne sono un bel po'. Parli di una mia sopportazione bassa senza sapere le quantità tra la dieta abituale e aimè quelle assunte da integratori, che poi io abbia una salute facilmente condizionabile da fattori dietetici era chiaro... sennò non staremmo qui a parlarne, e penso che non diventerò mai un campione di genetica imperturbabile dall'ambiente che campa fino a 120 anni.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Matz
 Matz
(@matz)
Utenti
Registrato: 4 anni fa
Post: 884
02/11/2018 4:40 pm  

Ma tropico in natura è pieno di tossine ovunque!
Un alimento può far bene e male allo stesso tempo cioè in natura tutto viene bilanciato come in un organismo umano che funziona bene.
Anche gli autistici sono tutti sensibili agli ossalati, per loro sono tossici e stanno male se li mangiano, anche per noi sono tossici ma li mangiamo e spesso non succede nulla, alcuni fan le pietre ma il motivo poi è sempre lo stesso, l’intestino non li metabolizza correttamente.

La vitamina A è stata ampiamente studiata e si è detto tutto ciò che può fare in bene o in male, quello che resta di interessante da capire è perché alcune persone si intossicano facilmente mentre altre no.

Le popolazioni più in salute sulla faccia della terra consumano tranquillamente cibi con alti contenuti di vitamina A ma non solo, in generale tutte le vitamine liposolubili.

Prima sei partito sulla vitamina D che è sovrastimata e può anche darsi, ora l’intossicazione da vitamina A, poi ci aspettiamo anche qualcosa sulla vitamina E.
Tanto i Paleo dicono che la vitamina C è un derivato tossico del glucosio che se non lo assumiamo è solo meglio, i vegani dicono le vitamine liposolubili sono tossiche quindi alla fine dei conti non ci si cava un ragno dal buco, non potremo sapere il perché o il percome delle cose, ma per il semplice fatto che ci sono sempre troppi fattori in ballo. È molto più semplice guardare empiricamente chi sta bene o chi sta male, oppure che effetto fa a quello piuttosto che all’altro.

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
02/11/2018 5:06 pm  

Sì vero, come anni fa giustamente qualcuno mi disse che in natura nutrimento e tossine sono mescolate.
Ma non mi va di generalizzare, perché ci sono tossine e tossine, alcune si accumulano, altre no, altre sono biologicamente meno attive sull'organismo, per esempio non mi faccio seghe mentali sulla solanina.
Io devo seguire quello che mi fa stare bene e mi dà ragione, almeno nel breve termine, come sempre sono libero da vincoli e quando sbaglio ci metto la faccia, con umiltà ammetto quando la strada era sbagliata o parzialmente sbagliata.
Per lo meno, con l'esempio drastico del ragazzo che hai riportato, a me è bastato molto molto meno per tornare in salute.

Se è colpa del mio intestino, allora la dieta Peat non andava bene, se è colpa del mio intestino, allora la dieta Paleo non andava bene, se è colpa del mio intestino allora la dieta Ehretista non andava bene, come non andava bene una dieta semplicemente priva di latticini e ancora prima una dieta standard all'italiana piena di pasta e pane.

Mo' se tu pensi che è il mio intestino,e ci ho provato a dargli l'importanza che merita, non parlo di semplici assunzioni di probiotici alla cazzo di cane, devo aver sbagliato tutto, però quando vedevo che il metabolismo basale aumentava con la dieta Peat e tutto il sistema intestinale diventava perfetto a livello digestivo non capisco perché avrei dovuto cercare altrove delle risposte.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
02/11/2018 7:55 pm  

Hai ragione Matz, la scienza già sapeva che alcuni sono più sfigati di altri

Vitamin A Deficiency: Health, Survival, and Vision  - 1996
https://books.google.it/books?id=d0Dl1WHixv8C&printsec=frontcover&hl=it#v=onepage&q&f=false
A pag 244

Alcuni individui sembrano soffrire di un'intolleranza alla vitamina A, che è un manifestarsi di segni di tossicità di chi assume regolarmente quantità moderate di vitamina A. Questa condizione relativamente rara, che sembra essere genetica, colpisce principalmente i maschi.

Ovviamente quando la scienza medica non ne comprende le cause è colpa della genetica...
Poi possiamo disquisire sull'origine del fenomeno sopra riportato, intestinale etc... o semplicemente colpa della genetica, che improvvisamente a 36 anni cambia e mi fa stare male assumendo vitamina A.
Potrebbe anche essere intestinale, non escludo a priori niente, ma resta il fatto che minimizzando la vitamina A il recupero è stato sconvolgente e che di base l'azione della vitamina A è tossica sulle cellule, è un dato di fatto.
Come è tossica la solanina e nessuno si sognerebbe di dire che è un nutrimento fondamentale per la vita, vorrei capire questo, sono troppo eretico per essere preso seriamente?
D'altra parte se uno riconosce l'azione tossica cerca di minimizzarla, non è per questo che si sbucciano le patate e non si mangiano quando sono verdi?

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
02/11/2018 8:34 pm  

Con i vostri discorsi mi vengono in mente i fabici e le fave, la fenilchetonuria e la Fenilalanina, la MetileneTetra Hydro Folato Reductase e i problemi con i folati, io e il lattosio... Penso che con la vitamina A è la stessa cosa! Sembrerebbe che ognuno di noi ha la sua criptonite, il proprio tendine di Achille, ognuno ha la propria croce insomma...

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Matz
 Matz
(@matz)
Utenti
Registrato: 4 anni fa
Post: 884
02/11/2018 9:01 pm  

La genetica che conta è quella mitocondriale dei nostri batteri ancestrali che governano il metabolismo.
Solitamente la genetica, il più delle volte, (concordo che sia la più grande scusa della medicina odierna) è solo il proiettile in canna ma siamo noi con le nostre abitudini a premere il grilletto. Lei ci predispone, ci dice dove siamo vulnerabili, poi non tutti sviluppano la patologia perché entrano in gioco un’infinità di altri fattori.

Non so adesso per la vitamina A ma non lo sa nemmeno la scienza, infatti dicevo che sarebbe interessante capirci qualcosina di più.

OFF TOPIC
Dove c’è allergia ricordati che c’è sempre permeabilità, e il gas che rende le giunzioni dell’intestino permeabile è l’ammoniaca.
Con Peat stai meglio (come me) perché tu soffri di H2S+ammoniaca, riducendo i grassi e alzando il metabolismo coi carboidrati che digerisci bene ti senti in forze e l’intestino sicuramente migliora, ma non è a posto.

Noi siamo più simili di ciò che pensi, per questo che io parlo, perché soffro delle tue stesse cose, virus Herpes Simplex (circa due settimane fa è venuto fuori, mi ha ulcerato 4 volte la bocca, mi dato gastrite forte, non riuscivo a mangiare niente, è uscito dalle nervature della schiena un male atroce), stanchezza cronica, problemi intestinali.

Se vuoi star bene davvero devi chelare l’ammoniaca dall’intestino, far calare di numero i patogeni, e iniziare a produrre acido butirrico, che è il più potente antibiotico che abbiamo a nostra disposizione, ripristinando il microbiota.
La dieta Peat non ti aiuta perché è alta in proteine e quindi mantiene le loro colonie alte, ogni volta che mangi fibra ti farà gas perché l’acido butirrico li fa fuori e le tossine ti gonfiano la pancia.. quindi lui pensa eliminiamo le fibre, sono tossiche, i vegetali sono tossici, la frutta la spremo e buonanotte. Problema intestinale mai risolto, perché non ci ha capito nulla e non lo dico io ma anche migliaia di suoi seguaci in giro per il web.

Stavi male in Paleo con la prostata (come me) perché il colon tossico pieno di bile, grassi e proteine e il regno dell’ammoniaca, le tossine passavano alla vescica e ti dava fastidio, poi alle volte è gonfio il colon e preme sulla prostata, i reni devono filtrare tossine, una grana..

Per il lattosio per me non esiste, sono concorde col luminare De Angelis, gastroenterologo (stronzo) di Parma. Il lattosio anche se non si possiede l’enzima per scinderlo viene fermentato dalla flora batterica, se uno ha una buona flora non causa problemi.
Tipo la gente nera in Africa statisticamente è estremamente carente dell’enzima perché che nella loro storia non hanno consumato tanto latte, però non stanno comunque male se lo bevono, nutre i batteri buoni e fa butirrato senza tossine, se da fastidio c’è ovviamente una disbiosi, il malassorbimento di carboidrati fermentabili di fatto è l’indicatore principale.

La dieta comunque è giusta, High Carb va bene, ma ti serve fibra per produrre butirrato.
Altrimenti esiste la dieta High Fat che non fa per te o per me, ma fa per altri, però li le fibre meglio tenerle basse e anche i carbo fermentabili, ho postato sul mio diario lo studio, alti grassi va bene perché è piena di butirrato ma rigorosamente bassa fibra, stile Robillard fast tract altrimenti si lievita.

IMHO tutto quello che ti serve per star bene è qua:
https://drruscio.com/hydrogen-sulfide-sibo-treatment/?utm_source=email_broadcast&utm_medium=email&utm_campaign=Week%20171%20-%20Wednesday%20Content%20-%20Convertkit
Poi è chiaro che bisogna lavorarci.. niente arriva in un secondo, io ci sto lavorando e devo dire che piano piano i risultati li vedo, se non altro la pelle è quella di una persona normale, la forfora non esiste più e sogno tutte le notti (melatonina). Chiaro che la strada non è semplice, per sistemare l’intestino ci vuole tempo.

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


RispondiQuota
Matz
 Matz
(@matz)
Utenti
Registrato: 4 anni fa
Post: 884
15/11/2018 8:31 pm  

Ragazzi, secondo voi Tufano ne assume di vitamina A? XD
https://youtu.be/YDXFN5FI9AM

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
24/11/2018 2:23 pm  

Non sapevo chi fosse prima del video che hai linkato... non so se assume abbastanza vit A, magari è per quello che appare così metrosessuale.
Comunque...

Pibloktoq (isteria) e nutrizione Inuit: possibile implicazione di ipervitaminosi A.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/4049004

La reazione isterica tra i popoli eschimesi nota come pibloktoq, una di un gruppo di comportamenti aberranti che si verificano tra le società artiche e circumartiche chiamate "isterie artiche", è stata spiegata da una varietà di teorie: ecologica, nutrizionale, biologico-fisiologica, psicologico-psicoanalitica, sociale strutturale e culturale. Questo studio ipotizza la possibile implicazione dell'intossicazione vitaminica, in particolare l'ipervitaminosi A, nell'eziologia di alcuni casi di pibloktoq. Il suo approccio bioculturale implica elementi di diverse classi esplicative, che non si escludono a vicenda. Studi sperimentali e clinici su soggetti non umani e umani rivelano effetti somatici e comportamentali dell'ipervitaminosi A che sono strettamente correlati a molti dei sintomi riportati per i pazienti occidentali diagnosticati come pazienti isterici e inuit di pibloktoq. La nutrizione eschimese fornisce abbondanti fonti di vitamina A e pone le basi probabili in alcuni individui per l'ipervitaminosi A attraverso l'ingestione di fegato, reni e grasso di pesci artici e mammiferi, dove la vitamina viene spesso immagazzinata in quantità tossiche. Vengono esplorate possibili connessioni tra pibloktoq e ipervitamonosi A. Un quadro multifattoriale può fornire un modello più convincente di alcuni casi di pibloktoq rispetto a quelli che sono principalmente unusuali, poiché, tra le altre cose, il disturbo è stato segnalato per maschi e femmine, adulti e bambini e cani.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9783
09/02/2020 7:30 pm  
Postato da: @matz

Ragazzi, secondo voi Tufano ne assume di vitamina A? XD
https://youtu.be/YDXFN5FI9AM

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

https://www.youtube.com/watch?v=U3x-Q8WrmeQ

Tempo al tempo...

Frank Tufano scrive:

Ragazzi, come ho detto nel video, i danni al fegato possono causare alti livelli di ferritina. Molto probabilmente non ho l'emocromatosi, ma vedrò se posso fare un test per questo. La mia priorità in questo momento è evitare la vitamina A per diverse settimane.

7 anni in dieta carnivora con tanto buon fegato, il super cibo! W l'High Meat!

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
12/02/2020 8:05 pm  

@tropico

Meno nale che a me il fegato fa vomitare!😁

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Pagina 9 / 10