Forum

Notifiche
Cancella tutti

[ACNE]  

Pagina 3 / 3

Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9805
 

La risposta di malattia della pelle allo stress: cambiamenti nella gravità di acne vulgaris come influenzata da stress di esame.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12873885 2003
I pazienti con acne possono sperimentare peggioramento della malattia durante gli esami. Inoltre, i cambiamenti nella gravità dell'acne si correlano fortemente con l'aumento dello stress, suggerendo che lo stress emotivo da fonti esterne può avere una notevole influenza sulla acne.


Regolazione neuroendocrina dei sebociti - un legame patogenetico tra stress e acne.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15507110 2004
Un nesso causale tra stress emotivo e l'acne è stato a lungo ipotizzato. Ci sono prove che il meccanismo molecolare alla base di questa osservazione è legata alla espressione di recettori per diversi mediatori neuroendocrini dalla ghiandola sebacea. Studi recenti e in corso hanno indicato che sebociti umani esprimono recettori funzionali per l'ormone rilasciante corticotropina, melanocortine, beta-endorfina, polipeptide intestinale vasoattivo, neuropeptide Y e calcitonina peptide correlato al gene. Dopo il legame del ligando, questi recettori modulano la produzione di citochine infiammatorie, proliferazione, differenziazione, lipogenesi e metabolismo androgeni in sebocytes. Attraverso le loro azioni autocrini, paracrini ed endocrini, questi fattori neuroendocrini sembrano mediare centralmente e localmente indotte sollecitazioni verso la ghiandola sebacea, in ultima analisi, che colpisce il decorso clinico di acne.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9805
 

L'efficacia di una lozione topica al 2% di tè verde in lieve a moderata acne vulgaris.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19363854
Traduzione automatica
Estratti e preparati erboristici sono stati utilizzati in diverse condizioni patologiche con successo. Un importante gruppo di composti fenolici fitochimici sono le catechine presenti nel tè verde. L'acne è una condizione che si verifica ampiamente infiammatoria che viene valutato per interessare 40-50.000.000 americani. Trovare un efficace, sicuro, conveniente e ben tollerato trattamento è la sfida.
OBIETTIVO:Per determinare l'efficacia del 2% lozione tè verde in lieve a moderata acne vulgaris.
METODI:Venti pazienti che soddisfano i criteri di iscrizione sono stati inclusi. Il tè verde è stato dato e applicato due volte al giorno per un periodo di 6 settimane. I pazienti sono stati osservati ogni 2 settimane per valutare le lesioni ed eventuali effetti collaterali. Per determinare l'efficacia sulla gravità dell'acne, gli autori hanno utilizzato entrambi conteggio lesione totale (TLC) e il loro indice di gravità ideato (SI). Numero totale di lesioni (TLC) è stata calcolata come papule + pustole mentre SI è stato scalato con numeri (1, 2 o 3) che correlano al TLC in ordine crescente di intensità. TLC 20 è stato dato un SI di 3.
RISULTATI:La conta media della lesione totale (TLC) è diminuito da 24 prima del trattamento a 10 dopo 6 settimane dopo il trattamento, una riduzione del 58.33%. La differenza era statisticamente significativa (P <0.0001, intervallo di confidenza 95% [CI] della differenza = 8,58-19,42). L'indice di gravità media (SI) è passato da 2,05 a 1,25 prima del trattamento, dopo 6 settimane di trattamento, con un calo del 39,02%. La differenza era statisticamente significativa (P <0.0001, intervallo di confidenza [CI] della differenza = 0,54-1,26).
Conclusione: lozione topica al 2% tè verde è un efficace trattamento economico in lieve a moderata acne vulgaris.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Antonioz
(@antonioz)
Utenti
Registrato: 6 anni fa
Post: 326
 

Ragazzi ma quanto agli ormoni.. quali sono quelli che causano l'acne?
So che la causa sono gli ormoni androgeni, ma per 'ormoni androgeni' si intende il testosterone, oppure il DHT?

Inoltre, alti livelli di estrogeni possono dare problemi di acne? (per le ragazze in questo caso)


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9805
 

C'è da pensare che sia gli uomini che le donne hanno l'acne, le donne non hanno i livelli di androgeni degli uomini.
Ad esempio http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/2527144 uomini con acne hanno livelli più alti di estradiolo (estrogeno) e le donne di testosterone.
Anche il DHT ed il DHEA promuovono l'acne, in uomini e donne, come anche l'IGF-1 http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15781674 ed è il motivo per cui viene accusato il latte di promuovere l'acne, ma l'IGF-1 non ha una associazione forte rispetto agli androgeni ed estrogeni.
A livello personale lo stress e l'esposizione solare fa comparire acne, mangiare fegato mi aiuto parecchio, anche la vitamina A da sola, ma meno del fegato, forse perché questo ha anche lo zinco.
In generale l'ipotiroidismo può provocare acne e tendenza a fenomeni legati agli androgeni e ovaio policisitico nelle donne.
Tiroide se bilanciata da vitamina A e zinco e progesterone sono cose che funzionano contro l'acne.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Pagina 3 / 3