Forum

Notifiche
Cancella tutti

[Digiuno]

Pagina 2 / 4

teo
 teo
(@teo)
Utenti
Registrato: 10 anni fa
Post: 706
 

in una chetosi prolungata il corpo brucierà sempre 50 g di carbo quindi non è meglio darglieli per risparmiare le pro?


RispondiQuota
Muso
 Muso
(@muso)
Utenti
Registrato: 10 anni fa
Post: 1170
 

Da ciò che dice tozzi ogni giorno il cervello ha bisogno di 140g di glucosio leggi: "il glucosio necessario per il cervello (circa 140-150 grammi) non può provenire tutta la notte dagli stock del fegato, limitati in glicogeno" e poi:"dopo il secondo giorno di digiuno la perdita di proteine di origine muscolare è di 75 grammi, mentre il tessuto adiposo cede nello stesso tempo 160 grammi di trigliceridi e il fegato fornisce 180 grammi di glucosio."
Quindi ogni giorno il fegato processa grassi e pro al fine di ottenere 180g di glucosio, se togli i 140 che servono al cervello, sempre secondo tozzi, restano 40g, che sono quelli che utilizza il tuo corpo in caso di riposo. Secondo Tozzi quindi, gira che rigira, il corpo umano utilizza ogni giorno, in caso di riposo, 180g di carbo. Se è ben adattato all'uso dei chetoni li otterà facilmente dai grassi altrimenti no.


RispondiQuota
teo
 teo
(@teo)
Utenti
Registrato: 10 anni fa
Post: 706
 

si ma poi si abbassa a 40 g


RispondiQuota
Muso
 Muso
(@muso)
Utenti
Registrato: 10 anni fa
Post: 1170
 

si ma poi si abbassa a 40 g

in che senso?


RispondiQuota
teo
 teo
(@teo)
Utenti
Registrato: 10 anni fa
Post: 706
 

all'inizio è 180 poi mn mano che cè digiuno e chetosi scende perchè sale quello di korpi ketonici e poki aminoacidi ma comunqe 40 g restano anche in piena chetosi quindi 40 g di PURO GLUCOSIO SE NE VANNO OGNI GIORNO E QUESTI 40 NN POSSONO ESSERE PRESI DA FATS MA SOLO DA PRO O DA CARBS E IL SCONVENIENTE GLICEROLO DATO CHE è POCO NEI GRASSI

quindi una cheto a risparmio proteico massimo
dovrebbe essere
2 g pro
45 glucidi
resto fats


RispondiQuota
Muso
 Muso
(@muso)
Utenti
Registrato: 10 anni fa
Post: 1170
 

Non so dove leggi questa cosa dei 40g che comunque varia da persona a persona. In ogni caso il cervello ogni giorno necessita secondo tozzi di 140g (io sapevo 110) di zuccheri. Ora che li ottenga dai chetoni o da zuccheri semplici è indifferente, però per essere efficace nella conversione dei grassi in zuccheri un corpo deve essere allenato a farlo, quindi in una persona che è solita mangiare molti carbo il processo non sarà efficace e il corpo tenderà a prendere aminoacidi per convertirli in zuccheri. Mettiamo che tu sia abituato a usare bene i grassi(cosa secondo me improbabile dato che a mio avviso sei pieno di cortisolo che ti tiene la glicemia perennemente alta, lo deduco dai tuoi post) non si può comunque sapere esattamente quanto il tuo corpo sia efficace nella conversione. In ogni caso se tu mangiassi 100g di carbo al giorno il tuo organismo per garantire le sue funzioni userà comunque qualche corpo chetonico per garantirsi il fabbisogno fisso di 180g al giorno di glucosio, capisci?


RispondiQuota
teo
 teo
(@teo)
Utenti
Registrato: 10 anni fa
Post: 706
 

si effetivamente anche io ho pensato che il cortisolo mi ostavcola la lipolisi perchè sento spesso la pelleinspssirsi dopo l'ingestione di tani grassi e invece nei giorni bassissimi in grasso la pelle mi si attacca come se dimagrissi .... è probabile^ ?


RispondiQuota
Muso
 Muso
(@muso)
Utenti
Registrato: 10 anni fa
Post: 1170
 

mmmm sul discorso della pelle non ne ho idea ma il cortisolo alto ovviamente ti impedisce di dimagrire, potrebbe anche farti accumulare adipe a causa degli zuccheri che crea bruciando i tuoi muscoli.


RispondiQuota
teo
 teo
(@teo)
Utenti
Registrato: 10 anni fa
Post: 706
 

ti giuro la mattina dopo allenamento e tutto mi sento come risicare arrivo a zero tant' è che fatico a muovermi poi appena mangio tanti grassi dopo qualche ora oltre a ritorvare la forza ritrovo ispessimento e come se l'effetto termogenico fosse sparito ......la cosa non succede se mangio invece pro o tengo i grassi bassi in quel caso noto come una lipolisi costante e l'addome ultra piatto


in questi giorni sto facendo solo superserie a sfinimento e devo dire che ho il testo a mille i muscoli durissimi e finalmente ho cpaito che io funziono con l'attività intensa
ma molto ...... con le super serie mi diverto troppo dedicherò meno tempo agli schemi ado gruzza e forza li farò i primi 20 min poi mi dedico a un misto cardio
con i miei 5 giri di 2 esercizi a coppia per esmpio
rematore + lat stretta
o chest press + cavi
o leg press leg curl
lat machine pulley .... ecc

faccio 2 giri da 6+6/8 altri 2 da 8+6 diciamo che dove cè l'es pesante tipo rematore uso il primo protcollo dove ci sono esercizi come pulley ecc sto sull' 8/6 ma in genere faccio quasi sempre un 2 e 2 cerco di stare tra 8 e 6 in tutti


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 10 anni fa
Post: 9820
 

Il digiuno diminuisce il rischio cardiovascolare
Gli effetti più evidenti riguardano i livelli di ormone della crescita, che aumenterebbero del 1300 per centro nelle donne e del 2000 per cento negli uomini

Il digiuno è stato per lungo tempo associato a pratiche religiose, alle proteste politiche o ai disturbi alimentari come l'anoressia, mentre sul fronte medico i nutrizionisti hanno messo in guardia dagli effetti nocivi che comporta.

Un nuova ricerca dell'Intermountain Medical Center Heart Institute presentata nell'ambito dell'American College of Cardiology, tenutasi a New Orleans, negli Stati Uniti, ha riscontrato però un beneficio per la salute, in particolare per quella cardiovascolare, prodotto da un digiuno periodico di routine.

In particolare, il digiuno non solo sembra diminuire i livelli di parametri che determinano il rischio individuale di malattie coronariche e di diabete, come i livelli di glicemia o di trigliceridi, ma cambia anche i livelli di colesterolo.

Lo studio prende le mosse da una ricerca del 2007 in cui gli stessi scienziati dell'Intermountain Healthcare avevano correlato il digiuno con una riduzione del rischio coronarico.

In quest'ultimo studio i ricercatori hanno coinvolto complessivamente 230 soggetti sottoposti a digiuno per 24 ore, durante le quali potevano consumare solo acqua, seguite da altre 24 ore di dieta normale. Si è così osservato come nel periodo di digiuno si sono innalzati sia i livelli di colesterolo LDL, il cosiddetto colesterolo “cattivo”, sia i livelli di colesterolo HDL, o colesterolo “buono”.

“Il digiuno causa fame e stress; l'organismo rilascia più colesterolo, permettendo di utilizzare il grasso corporeo come fonte energetica invece del glucosio, diminuendo così il numero di cellule lipidiche”, ha spiegato Horne. “Questo aspetto è particolarmente importante poiché la diminuzione di adipociti porta a sua volta a un decremento della probabilità di sviluppare insulino-resistenza o diabete”.

I risultati in sostanza confermano gli effetti del digiuno sulla maggiore produzione di ormone della crescita (HGH) che ha un effetto protettivo sulla muscolatura e sul bilancio metabolico: in 24 ore di digiuno i livelli di HGH sono cresciuti in media del 1300 per cento nelle donne e del 2000 per cento negli uomini.

“Questi nuovi risultati dimostrano che la nostra scoperta originale non fu casuale”, ha commentato Benjamin D. Horne, direttore della divisione di epidemiologia cardiovascolare e genetica dell'Intermountain Medical Center Heart Institute e primo autore dello studio. La conferma in una nuova coorte di pazienti che il digiuno è associato a un minor rischio delle più comuni patologie sollevano nuove questioni sugli effetti del digiuno sull'organismo”.

I ricercatori mettono in guardia dalle possibili applicazioni dei risultati: si tratta di una ricerca sperimentale che non deve in alcun modo essere considerata la base per pratiche dietetiche. (fc) Fonte

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 10 anni fa
Post: 9820
 

Digiuno Intermittente di Davide Berti

http://it.scribd.com/doc/87680029/Fast-i-Segreti-Del-Digiuno-Intermittent-Davide-Berti

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 10 anni fa
Post: 7353
 

Potrebbe fare del "bene" a chi lo pratica ma, di li contro, seguendo il filone "epigenitista", potrebbe arrecare danni alla progenie.:und:
Assurdo che mortificarsi faccia bene alla salute. Il mondo è tutto al contrario di come mi piacerebbe che fosse!:ehm:

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 10 anni fa
Post: 9820
 

Il digiuno... c'è chi lo santifica (tutto il filone igienista che va da Arnold Ehret, passa per Herbert Shelton e approda alle diete ancestrali) e chi no, soprattutto chi guarda l'essere umano dal punto di vista della fisiologia/biologia e meno in chiave romantico-evoluzionista.
In Italia il dr. Giuseppe Cocca si occupa molto di digiuno, non so se lo avete mai letto.
Ci sono dei casi in cui il digiuno ha funzionato, ad esempio guarigione di ferite e altre patologie più o meno importanti, io ho la mia idea che mi porta a pensare che se non si hanno problemi di salute il senso del digiuno viene meno. Può essere visto comunque come uno stress metabolico, in quanto l'adattamento ormonale che ne consegue genera stress.
Lo stesso Shelton disse che il digiuno è solo uno strumento, difatti affermò: "Il digiuno non ha mai guarito nessuno e mai potrà farlo" e lui li faceva da una vita.
Comunque il digiuno è una parte inevitabile della nostra esistenza, lo facciamo ogni notte e in teoria quando stiamo male.
A volte il digiuno è solo rispettare i tempi dettati dell'organismo.
Ad ogni modo, se pensiamo di dare il corretto carburante al nostro organismo c'è poco da purificare/disintossicare con il digiuno.
Se non siamo intasati da scarti metabolici/sostanze inquinanti ed endotossiemia (cara a Ray Peat) il senso del digiuno rimane ma viene meno.
Tutto sta a capire se si ha bisogno o meno del digiuno in base allo stile di vita, uno non vorrebbe aspettare la manifestazione della patologia per ricorrere ad esso.
Su una cosa sono sicuramente contrario, al ricorso del digiuno, anche intermittente che sia, per dimagrire, è la "morte metabolica" o la "gara del torpore" come dice Danny Roddy.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Andrea
(@andrea)
Utenti
Registrato: 10 anni fa
Post: 708
Topic starter  

porcaccia il gh del 2000%!!!


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 10 anni fa
Post: 9820
 

"Gli studi condotti nel ratto indicano che al glucosio-indotta secrezione di insulina potrebbe anche essere correlato all'esposizione cronica delle cellule beta del pancreas di elevati livelli plasmatici di acidi grassi liberi." Questo effetto diretto degli acidi grassi liberi sulle cellule beta è estremamente importante. Estrogeni - probabilmente attraverso GH - aumentano acidi grassi liberi, e adrenalina - che sono elevati in ipotiroidismo - aumenta il rilascio di acidi grassi liberi immagazzinati. Gli acidi grassi liberi mettono in pericolo la produzione di energia mitocondriale.
J. Girard, "Ruolo degli acidi grassi liberi nella resistenza all'insulina di soggetti con diabete non-insulino-dipendente"
Diabete Metab. 21 (2), 79-88, 1995.

Così convinto che sia una cosa buona? Il GH allontana dal metabolismo glucidico cellulare, il GH aumenta in tutte le situazioni di stress con meccanismi non sempre auspicabili, anche io lo associavo alla crescita, ai muscoli, ma non è proprio così, o almeno è solo una parte della faccenda, dove smobilita le riserve (per quello interviene nel digiuno, come tampone) ma non senza conseguenze.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 10 anni fa
Post: 9820
 

La dieta del digiuno intermittente sta spopolando in Gran Bretagna. Un buon metodo per perdere peso o l’ennesimo regime sconsiderato?
http://www.ilfattoalimentare.it/dieta-rapida-digiuno-intermittente-mosley.html

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Pagina 2 / 4