Forum

Notifiche
Cancella tutti

ESTRATTORI DI SUCCO  

Pagina 3 / 12
  RSS

fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7362
08/12/2012 8:17 pm  

fabietto Ha scritto:
In quello manuale la forza motrice sei tu! In quello elettrico è il motore che fa girare la clochea al posto tuo!

Clochea??? Che roba è??? 😀 Mi correggo: volevo scrivere coclea.

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
BobbioeBabbo
(@bobbioebabbo)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 95
08/12/2012 9:39 pm  

La mia non è Philips! Te l'avevo portata come esempio del tipo a livelli che ho io. La mia poi non ha nemmeno la marca: è un regalo di Mondoffice. (azienda che vende cancelleria e mobili per l'ufficio).
Ecco la mia vaporiera anonima...

Dovreste aver visto la faccia di mia moglie quando mi ha visto fotografando la vaporiera... 😀

:asd::asd:


no,ho capito che non hai una philips ma ti chiedevo una opinione su quella che avevo messo,quella nella pagina precedente,io ne capisco poco di vaporiere:D non so te;)


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7362
08/12/2012 10:41 pm  

Se per questo la mia esperienza è solo con la vaporiera della foto e poi con la cottura a vapore della batteria di pentole. Siccome siamo OT, sarebbe meglio aprire un nuovo thread sulle vaporiere. Comunque nemmeno la mia è ermetica e a volte cola la condensa. Puzza la mia ne ha fatto solo al primo avviamento; poi non ne ha più fatto. Ciao:)

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Roberto
(@roberto)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 87
09/12/2012 8:44 am  

In quello manuale la forza motrice sei tu! In quello elettrico è il motore che fa girare la clochea al posto tuo!

avevo capito ma volevo una conferma:D

sulla vaporiera philips ho letto questo commento negativo http://www.philips.it/c/cucina/aluminium-collection-9-l-2000-w-con-cottura-moderata-hd9160_00/prd/it/?st=user&t=awards di una persona che parla di difetti importanti,che cola roba ecc, è possibile che quelli della philips abbiano fatto un tale errore,sta cosa mi sta scoraggiando per quel modello là :huh:

poi ho letto che quella elettrica è difficile da pulire,che puzza ecc:D :drunk:

Ciao
io per la vaporiera uso metodi per cosi dire economici. il piu economico sarebbe lo scolapasta appoggiato su di una pentola con acqua che bolle. inoltre ho 3 cestelli di bambu, cucina thaillandese che adoro, che sono economici, non in plastica...quindi senza prodotti chimici, e facili da utilizzare.


RispondiQuota
BobbioeBabbo
(@bobbioebabbo)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 95
09/12/2012 6:04 pm  

In quello manuale la forza motrice sei tu! In quello elettrico è il motore che fa girare la clochea al posto tuo!

avevo capito ma volevo una conferma:D

sulla vaporiera philips ho letto questo commento negativo http://www.philips.it/c/cucina/aluminium-collection-9-l-2000-w-con-cottura-moderata-hd9160_00/prd/it/?st=user&t=awards di una persona che parla di difetti importanti,che cola roba ecc, è possibile che quelli della philips abbiano fatto un tale errore,sta cosa mi sta scoraggiando per quel modello là :huh:

poi ho letto che quella elettrica è difficile da pulire,che puzza ecc:D :drunk:

Ciao
io per la vaporiera uso metodi per cosi dire economici. il piu economico sarebbe lo scolapasta appoggiato su di una pentola con acqua che bolle. inoltre ho 3 cestelli di bambu, cucina thaillandese che adoro, che sono economici, non in plastica...quindi senza prodotti chimici, e facili da utilizzare.

ciao roberto, si quello di utilizzare uno scolapasta sopra una pentola e' una buona idea ma vorrei chiederti se

1) secondo te e' piu utile questo metodo o con il bambu?
2) con lo scolapasta il calore sara' maggiore rispetto ad una normale vaporiera? e quindi perdita maggiore di vitamine e minerali? o il calore sprigionato e'inferiore alla vaporiera?
3) con il metodo scolapasta parliamo solo di verdure o anche pesce e carne?
4)tempi di cottura con lo scolapasta in versione vaporiera?
5) pregi e difetti generali dello scolapasta nel metodo cottura a vapore?

😀 😉


RispondiQuota
Roberto
(@roberto)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 87
10/12/2012 2:08 pm  

In quello manuale la forza motrice sei tu! In quello elettrico è il motore che fa girare la clochea al posto tuo!

avevo capito ma volevo una conferma:D

sulla vaporiera philips ho letto questo commento negativo http://www.philips.it/c/cucina/aluminium-collection-9-l-2000-w-con-cottura-moderata-hd9160_00/prd/it/?st=user&t=awards di una persona che parla di difetti importanti,che cola roba ecc, è possibile che quelli della philips abbiano fatto un tale errore,sta cosa mi sta scoraggiando per quel modello là :huh:

poi ho letto che quella elettrica è difficile da pulire,che puzza ecc:D :drunk:

Ciao
io per la vaporiera uso metodi per cosi dire economici. il piu economico sarebbe lo scolapasta appoggiato su di una pentola con acqua che bolle. inoltre ho 3 cestelli di bambu, cucina thaillandese che adoro, che sono economici, non in plastica...quindi senza prodotti chimici, e facili da utilizzare.

ciao roberto, si quello di utilizzare uno scolapasta sopra una pentola e' una buona idea ma vorrei chiederti se

1) secondo te e' piu utile questo metodo o con il bambu?
2) con lo scolapasta il calore sara' maggiore rispetto ad una normale vaporiera? e quindi perdita maggiore di vitamine e minerali? o il calore sprigionato e'inferiore alla vaporiera?
3) con il metodo scolapasta parliamo solo di verdure o anche pesce e carne?
4)tempi di cottura con lo scolapasta in versione vaporiera?
5) pregi e difetti generali dello scolapasta nel metodo cottura a vapore?

😀 😉

Ciao,
io uso lo scolapasta piccolo a maglia per intenderci, per i gamberi, pesce e carne ..tagliata a pezzetti. lo scolapasta grande, quello per gli spaghetti per intenderci con i fori, lo uso per le verdure.
a me non piace l'idea di cucinare con la plastica ecco perche uso gli scolapasta. Per la temperatura, il vapore e'a 100 gradi e quando condensa sulle verdure etc scende la temperatura. Se la pentola su cui lo piazzi non e' piena, bastano 10-15 cm di acqua o meglio brodo...meno di un litro, la distanza tra liquido che bolle e scolapasta e'abbastanza da non far aumentare la temperatura al di sopra dei cento. Ricorda di posizionare un coperchio sullo scolapasta.
Il banbu e'comodo perche ci sono 3 cestelli sovrapponibili. io metto il pesce, la carne etc in quello piu basso e le verdure negli altri due. Man mano che sono pronti togli i cestelli dalla pila o ne aggiungi di altri.
il bambu rilascia le prime 2-3 volte un po di odori di legno che poi scompare.

tempi di cottura...
per le verdure, faggiolini, cavoletti di brux.,cavoiori a pezzetti etc in 15-20 minuti dipende dalla taglia. Gamberetti/gamberi con buccia in circa 20-25 minuti, pollo in 20 circa ma dipende dalle taglie. Penso che la vaporiera forse e'piu veloce. con il bambu io trovo che vada molto piu in fretta forse perche ci sono piu spazi per il vapore.

Io uso spesso brodo aromatizzato con spezie varie perche gli odori passano comunque nel cibo.


RispondiQuota
BobbioeBabbo
(@bobbioebabbo)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 95
10/12/2012 6:32 pm  

In quello manuale la forza motrice sei tu! In quello elettrico è il motore che fa girare la clochea al posto tuo!

avevo capito ma volevo una conferma:D

sulla vaporiera philips ho letto questo commento negativo http://www.philips.it/c/cucina/aluminium-collection-9-l-2000-w-con-cottura-moderata-hd9160_00/prd/it/?st=user&t=awards di una persona che parla di difetti importanti,che cola roba ecc, è possibile che quelli della philips abbiano fatto un tale errore,sta cosa mi sta scoraggiando per quel modello là :huh:

poi ho letto che quella elettrica è difficile da pulire,che puzza ecc:D :drunk:

Ciao
io per la vaporiera uso metodi per cosi dire economici. il piu economico sarebbe lo scolapasta appoggiato su di una pentola con acqua che bolle. inoltre ho 3 cestelli di bambu, cucina thaillandese che adoro, che sono economici, non in plastica...quindi senza prodotti chimici, e facili da utilizzare.

ciao roberto, si quello di utilizzare uno scolapasta sopra una pentola e' una buona idea ma vorrei chiederti se

1) secondo te e' piu utile questo metodo o con il bambu?
2) con lo scolapasta il calore sara' maggiore rispetto ad una normale vaporiera? e quindi perdita maggiore di vitamine e minerali? o il calore sprigionato e'inferiore alla vaporiera?
3) con il metodo scolapasta parliamo solo di verdure o anche pesce e carne?
4)tempi di cottura con lo scolapasta in versione vaporiera?
5) pregi e difetti generali dello scolapasta nel metodo cottura a vapore?

😀 😉

Ciao,
io uso lo scolapasta piccolo a maglia per intenderci, per i gamberi, pesce e carne ..tagliata a pezzetti. lo scolapasta grande, quello per gli spaghetti per intenderci con i fori, lo uso per le verdure.
a me non piace l'idea di cucinare con la plastica ecco perche uso gli scolapasta. Per la temperatura, il vapore e'a 100 gradi e quando condensa sulle verdure etc scende la temperatura. Se la pentola su cui lo piazzi non e' piena, bastano 10-15 cm di acqua o meglio brodo...meno di un litro, la distanza tra liquido che bolle e scolapasta e'abbastanza da non far aumentare la temperatura al di sopra dei cento. Ricorda di posizionare un coperchio sullo scolapasta.
Il banbu e'comodo perche ci sono 3 cestelli sovrapponibili. io metto il pesce, la carne etc in quello piu basso e le verdure negli altri due. Man mano che sono pronti togli i cestelli dalla pila o ne aggiungi di altri.
il bambu rilascia le prime 2-3 volte un po di odori di legno che poi scompare.

tempi di cottura...
per le verdure, faggiolini, cavoletti di brux.,cavoiori a pezzetti etc in 15-20 minuti dipende dalla taglia. Gamberetti/gamberi con buccia in circa 20-25 minuti, pollo in 20 circa ma dipende dalle taglie. Penso che la vaporiera forse e'piu veloce. con il bambu io trovo che vada molto piu in fretta forse perche ci sono piu spazi per il vapore.

Io uso spesso brodo aromatizzato con spezie varie perche gli odori passano comunque nel cibo.

roberto grazie per le informazioni, proverò con il metodo scolapasta;)

ma lo scolapasta (anche se in acciaio) sottoposto a quel calore non rischia di rilasciare sostanze cancerogene? se fosse cosi però anche le pentole che sono dello stesso materiale le rilascerebbero o no? quindi non c'è rischio


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9781
10/12/2012 7:21 pm  

Se prendi pentole marchiate e garantite non dovrebbero rilasciare metalli pericolosi, il problema del pentolame (nonchè rubinetteria) cinese è proprio quello di avere una lega con diversi metalli non consentiti oppure oltre la norma.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7362
10/12/2012 8:11 pm  

Concordo con Tropico!
L'acciaio inox con il miglior rapporto qualità/prezzo per gli alimenti è l'Aisi 316L (il 18/10 delle pentole Lagostina per intendersi): grazie alla reticolazione esterna, indotta dal molibdeno contenuto nella lega, è molto resistente agli acidi, agli alcali e il nichel viene ceduto all'esterno in minime quantità, superando a pieni voti il test di cessione del medesimo in base alla normativa EN 1811:1998.


Comunque è buona norma non usare posate di acciaio per mescolare i cibi nelle pentole: lo sfregamento produce abrasione con formazione di piccole particelle di metallo che mischiandosi al cibo vengono poi ingerite. Occhio anche dal macellaio di esigere di lavare il coltello appena affilato per lo stesso motivo. Mi ricordo di aver letto un articolo su uno studio della dott.ssa Gatti, sulle nanoparticelle, dove in un filtro posto in un'arteria furono trovati dei piccoli trombi contenenti nanoparticelle di acciaio inossidabile.

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Roberto
(@roberto)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 87
12/12/2012 2:10 pm  

Concordo con Tropico!
L'acciaio inox con il miglior rapporto qualità/prezzo per gli alimenti è l'Aisi 316L (il 18/10 delle pentole Lagostina per intendersi): grazie alla reticolazione esterna, indotta dal molibdeno contenuto nella lega, è molto resistente agli acidi, agli alcali e il nichel viene ceduto all'esterno in minime quantità, superando a pieni voti il test di cessione del medesimo in base alla normativa EN 1811:1998.


Comunque è buona norma non usare posate di acciaio per mescolare i cibi nelle pentole: lo sfregamento produce abrasione con formazione di piccole particelle di metallo che mischiandosi al cibo vengono poi ingerite. Occhio anche dal macellaio di esigere di lavare il coltello appena affilato per lo stesso motivo. Mi ricordo di aver letto un articolo su uno studio della dott.ssa Gatti, sulle nanoparticelle, dove in un filtro posto in un'arteria furono trovati dei piccoli trombi contenenti nanoparticelle di acciaio inossidabile.

Molto interessante la parte delle nanoparticelle di acciaio. Insomma se non ti becchi un trombo ....da colesterolo..( lo sappiamo che non e'vero..) te ne viene uno da nanoparticelle :asd:.
concordo acciao di qualita'e vai piu sul sicuro.


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7362
12/12/2012 2:51 pm  

Purtroppo, lasciando da parte il complottismo, sembrerebbe che ci sia pure questa eventualità :facepalm:

Caso: Sangue
Secondo le prove eseguite presso il nostro laboratorio e confermate dall’Università di Lovanio – Belgio - [A. Nemmar et al. Passage of Inhaled Particles into the Blood Circulation in Humans. Circulation 105 (4) : 411417 (2002)], sangue e linfa possono trasportare particelle che sono poi filtrate da organi quali fegato e reni.
La circolazione è un sistema chiuso ed è impossibile dimostrare la presenza di rari corpi estranei al suo interno senza interferire aprendo il sistema ed introdurre in quel modo un inquinamento. Così abbiamo fatto ricorso ad un metodo indiretto che ha il vantaggio di essere poco costoso e di non soffrire d'interazioni dall'esterno. Alcuni centri che avevano impiantato nei pazienti affetti da trombosi venosa profonda o a rischio di tale malattia un filtro cavale rimovibile (il filtro cavale è un dispositivo che viene collocato nella vena cava inferiore per arrestare l'embolizzazione di trombi verso il circolo polmonare) ci fecero pervenire il dispositivo espiantato. Nella serie controllata da noi, i filtri erano restati in situ per periodi che andavano da 18 a 385 giorni. I trombi che questi avevano catturato furono staccati per controllare se contenessero corpi estranei, cosa che fu verificata puntualmente in tutti i casi. Si trattava di particelle più piccole di 10 micron (un globulo rosso misura 6-7 micron) della più svariata composizione. Alcune di queste composizioni, come solfato di bario, composti di zirconio, composti di ferro o di piombo o d'argento erano già state rilevate in altri pazienti ed in altri distretti corporei. Non ci è mai stata data la possibilità di controllare direttamente la linfa, ma tutti i campioni di linfonodi appartenenti a malati di linfoma che abbiamo avuto l'opportunità di osservare contenevano particelle inorganiche.
Nei trombi osservati furono rinvenute particelle composte chimicamente in modo disparato, come, ad esempio, talco, solfato di bario, acciaio, composti di piombo e anche argento, quest’ultimo solo o legato a mercurio, stagno e rame, una composizione, questa, tipica di amalgame dentarie. Così come negli altri tessuti che abbiamo considerato, non è infrequente trovare nel sangue combinazioni quanto mai insolite, non riportate nei manuali di chimica. Potrebbe trattarsi di nuovi composti, leghe casuali formatesi ad alta temperatura, in condizioni compatibili, cioè, con quelle tipiche delle fonderie, degl’inceneritori o, comunque, di processi tecnologici oggi piuttosto comuni. Leghe del genere si formano anche nel corso di esplosioni ad alta temperatura come,ad esempio, quelle tipiche dei proiettili all’uranio impoverito.
In seguito, nei casi patologici giunti alla nostra osservazione, siamo stati in grado di rilevare le particelle direttamente nel sangue allo stato liquido.

La presenza di micro e nanoparticelle di origine estranea non era mai stata documentata prima d'ora nel sangue, fresco o coagulato che fosse, e mai si erano viste particelle estranee all’interno dei globuli rossi. Nel caso di materiali particolati di dimensioni abbastanza grosse da non poter penetrare nei globuli rossi, è difficile presumere che questi corpi estranei, tecnicamente emboli, possano viaggiare nel sangue indefinitamente. Allora, prima o poi, dovranno fermarsi da qualche parte. E' pure ragionevole pensare che essi siano trombogenici come lo è qualsiasi corpo estraneo e siano la causa di almeno qualcuno degli episodi di embolia polmonare nei quali non sia stato possibile dimostrare un focolaio di trombosi venosa profonda. E' un dato di fatto che le particelle rinvenute nei filtri cavali erano contenute all'interno di trombi e non sulla loro superficie.
Un dato di grande importanza è il rilevamento di nanoparticelle all’interno dei globuli rossi. Inseriti in un simile vettore, questi corpi estranei hanno la possibilità di raggiungere ogni parte del corpo indisturbati, attraversando barriere un tempo ritenute difficilmente superabili come, ad esempio, quella emato-cerebrale.

Fonte: http://www.nanodiagnostics.it/Caso.aspx?ID=5

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Roberto
(@roberto)
Utenti
Registrato: 8 anni fa
Post: 87
12/12/2012 3:06 pm  

non ci resta che piangere 😥


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7362
20/12/2012 8:04 pm  

E' proprio vero che chi disprezza compra 😀 😀 😀
Mi sono comprato l'estrattore di succhi a manovella della Lexen e oggi mi sono cimentato nella spremitura della cicoria selvatica. Da 650 grammi di cicoria ho ottenuto 300ml di succo. Io sono fatto strano: il sapore amaro della cicoria mi piace molto. :shame:

Di seguito le foto dell'operazione cicoria:

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9781
20/12/2012 9:48 pm  

La fibra la userai?

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7362
20/12/2012 10:03 pm  

No, l'ho buttata nella differenziata: talmente secca da sembrare una fune umida. La fibra dell'arancio, invece, fuoriesce dall'aggeggio un po' più umida ma, comunque, se la si prova a strizzare con la mano, anche da essa non esce nemmeno una goccia. Anche se di plastica e a manovella, l'attrezzo, fa il suo dovere.
Ciao:-)

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
OneLovePeace
(@onelovepeace)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 1335
20/12/2012 10:53 pm  

Com'è il discorso pulizia?


La natura non fa nulla di inutile.


RispondiQuota
Pagina 3 / 12