Forum

Notifiche
Cancella tutti

La caffeina inibisce i tumori della pelle  

  RSS

Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9781
28/09/2011 1:22 am  

Lo studio pubblicato sulla rivista americana Proceedings of the National Academy of Sciences e firmato dagli studiosi della Rutger University, ha dimostrato che nei topi la caffeina protegge dai danni del sole e previene, pertanto, i melanomi.

Il meccanismo protettivo riguarderebbe una proteina chiamata Atr: ricordando che la maggior parte delle proteine sono degli enzimi (ovvero i catalizzatori dei sistemi biologici), tale enzima, entrando in azione per individuare i danni del Dna delle cellule della pelle, è molto sollecitato e “affaticato” quando il corpo è esposto ai raggi ultravioletti. Pertanto la caffeina, inibendo l’Atr, aiuterebbe a resistere meglio ai raggi solari e ai danni che provocano.

I ricercatori della Rutger University hanno modificato geneticamente alcuni roditori in modo che non producessero nella loro pelle Atr: i topi così modificati sono stati quindi esposti ai raggi UVB tre volte alla settimana per 40 settimane. Risultato? Le cavie senza Atr hanno sviluppato il primo tumore tre settimane dopo i topi normali e dopo 19 settimane avevano il 68% di tumori in meno rispetto a quelli normali.

In precedenti ricerche era stato osservato che l’organismo dei topi ai quali veniva somministrata acqua e caffeina, e che successivamente venivano esposti ai raggi UVB, era in grado di eliminare le cellule danneggiate dagli ultravioletti con un minor rischio di degenerazione da cellule sane a malate. Rimane comunque che tutti i roditori esposti ai raggi UVB, qui sia quelli modificati e non, finivano per sviluppare neoplasie. Secondo Allan Conney, direttore del Susan Lehman Cullman Laboratory for cancer research della Rutgers, «Il fatto che comunque tutti alla fine si ammalino sta a indicare che l’inibizione dell’enzima Atr funziona al meglio quando le cellule della pelle sottoposta agli Uvb sono ancora in uno stadio precanceroso, cioè prima che i tumori causati dalla fotoesposizione si siano completamente "innescati"». E conclude dicendo che «l’applicazione di caffeina potrebbe realmente prevenire le neoplasie indotte dai raggi solari».

Cosa pensare? Forse prima di cominciare ad acquistare, e spalmarsi, creme solari alla caffeina che solerti aziende rivolte al marketing potrebbero cominciare a produrre dopo aver sentito questa notizia, è bene aspettare altri studi e lavori scientifici in merito a questo argomento per avere conferme/approfondimenti.

fonte: http://www.coind.it/it/blog-gruppo-coind-post/pagine/445/La-caffeina-inibisce-i-tumori-della-pelle.html

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


Quota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9781
28/09/2011 1:22 am  

L'ATR serve per la differenziazione cellulare, nel caso specifico dei tumori può essere utile, in altri casi direi di no.
Da wikipedia:

Checkpoint da danno al DNA

Il checkpoint da danno al DNA è un tipo particolare di checkpoint estrinseco che, in presenza di danni al DNA, si attiva, inducendo un blocco del ciclo cellulare a livello delle transizioni G1/S o G2/M. Oltre a questa risposta principale, il checkpoint da danno al DNA induce la trascrizione di geni riparativi, modula l'attività dei sistemi di riparazione ed è in grado di indurre l'apoptosi. L'attivazione di questo checkpoint è dovuta al riconoscimento dei danni da parte di proteine sensori (ATM e ATR nelle cellule animali) e che a loro volta comunicano il segnale alle proteine effettrici. Queste ultime sono direttamente responsabili delle risposte al danno.

Inibendo l'ATR mi vien da pensare che si eludano i controlli cellulari e quindi la risposta tumorale avviene ritardata, ma che comunque avviene, e non è detto che poi non si presenti in forma più aggressiva avendola repressa per più tempo, sarebbe da leggere lo studio intero comunque per trarre certe conclusioni, le mie sono semplici ipotesi.
L'Astaxanthina funziona altrettanto bene per proteggere il danno cutaneo da una esposizione eccessiva.
Ad ogni modo la caffeina viene già usata commercialmente per lozioni e shampi vantando fantomatiche proprietà (Alpecin ed altri), anche in base a numerosi studi che poi in vivo nell'uomo non danno risultati sperati. Dagli shampo alle creme solari il passo sarà breve.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Eva
 Eva
(@eva)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1905
28/09/2011 1:23 am  

Inibirà i tumori della pelle se usata topicamente.


RispondiQuota