Forum

Notifiche
Cancella tutti

L'igienismo di Valdo Vaccaro, tu che ne pensi ?  

Pagina 2 / 10
 

AndreaC
(@andreac)
Utenti
Registrato: 2 anni fa
Post: 57
12/09/2018 7:15 pm  

Ho scoperto Valdo Vaccaro verso la fine del 2014, ora ho 35 anni e dopo un periodo di veganismo mi concedo ora qualche uovo e anche un po' di formaggio sempre acquistando da aziende virtuose.

Gli estratti ho cominciato a farmeli dopo aver acquistato un estrattore a inizio 2016 e sono sicuramente molto potenti.

Non potrei farmene se mangiassi carne o pesce che, quelli sì, li ho completamente aboliti dalla mia dieta ormai da anni.

Comunque non sto cercando di fare alcuna polemica, sia chiaro, però se le cose non ce le diciamo, che confronto può mai essere, giusto ?

Ora sono ancora fuori casa, poi leggerò attentamente tutte le fonti condivise.

Vaccaro per primo ammette di essersi fatto qualche acciuga ogni tanto, ma da qui a tacciarlo come carnivoro che si mangia proteine animali di nascosto, non so, mi piacerebbe avere la fonte di questo perchè dubito fortemente che si mangerebbe mai delle bistecche, per dire.

Dopo essermi letto decine, se non centinaia di sue tesine, so che non lo farebbe mai, poi tutto può essere, ma serve una fonte per verificare, le voci e le dicerie certo non bastano.

A più tardi


RispondiQuota
Matz
 Matz
(@matz)
Utenti
Registrato: 3 anni fa
Post: 884
12/09/2018 7:21 pm  

Ti voglio dare un consiglio, non giocare troppo a lungo col veganesimo perché rischi grosso, quando si scatena l’autoimmunità o problemi alla tiroide non si torna più indietro.
Ci sono decine e decine di macrobiotici seriamente compromessi nei gruppi di Facebook, guarda i video che ti abbiamo messo ma non scherzare col fuoco.
Mangia, e vedi di fare un percorso che ti faccia star bene, credimi, lascia perdere quelle robe qua, ci siamo già passati tutti.
La gente come Vaccare non cura e non guarisce niente, il veganesimo fa ammalare la gente, guarda il video che ti ho messo, studia da fonti attendibili, stai lontano da quelle feci li, fidati.

Gli animali comunque mangiano la merda quando stanno male, il mio cane aveva un tumore al pancreas e mangiava feci costantemente, come facevano i nostri avi in guerra quando si beccavano i virus, funghi e parassiti intestinali nelle condizioni pessime delle trincee, una volta la merda dei tuoi compaesani la mangiavi sulle verdure, che erano irrorate di feci umane, ora invece mangiamo sterile e zero microbi buoni.
I beduini del deserto se non mangiavano feci di cammello crepavano di dissenteria perché non c’era acqua la, si disidratavano. L’uomo ha sempre mangiato merda e batteri, è ora che mangiamo tutto sterile il problema, e infatti si vede, siamo tutti dei cessi malati.

E comunque la cadaverina e la putrescina sono tossine derivanti dalla putrefazione di alimenti tra cui sono comprese anche le arance e molti altri alimenti vegetali, il tuo corpo è perfettamente in grado, se sano, di smaltirle senza alcun danno, questa roba è un Cherry Picking vegano molto ridicolo e ad ogni modo, mangiare molte proteine non ha senso, ti farà ammalare, noi dobbiamo mangiare il grasso, le proteine sono importanti ma non bisogna mangiarne molte, anzi.
Allora se citi ste robe dovresti citare tutti gli antinutrienti negli alimenti vegetali, tipo gli ossalati, le lectine, l’acido fitico, il glutine, le proteine allergeniche della frutta fresca, e altre migliaia di robe.
La cadaverina e la putrescina non sono un problema in un sistema che funziona bene, non fanno alcun danno, vengono smaltite normalmente come tante altre robe tossiche, tipo l’inquinamento che respiri in città tutti i giorni ti fa molto ma molto più male che mangiarti una bistecca della quale hai bisogno.

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


RispondiQuota
AndreaC
(@andreac)
Utenti
Registrato: 2 anni fa
Post: 57
12/09/2018 10:18 pm  

Ragazzi, ribadisco che non ci tengo affatto a fare della polemica, ma le cose o si sanno o non si sanno, non sono più riuscito a guardare il video della vegana pentita quando ho sentito dire che la carne sarebbe molto facile da digerire per il nostro intestino, sono eresie inenarrabili, al pari dei vegani affetti da ortoressia.

Posto questa risposta di Valdo Vaccaro ad una lettera di un carnivoro convinto, in cui si possono leggere tutte le credenze da lui annoverate, smontate una per una:

(qui il link: https://www.valdovaccaro.com/il-traballante-credo-dellonnivoro/ )

RISPOSTA DI VALDO ALLA LETTERA DI MASSIMO

SERVONO CONCETTI DI BASE CHIARI E CONDIVISI

Ciao Massimo, sono abituato a dialogare in modo trasparente con tutti. Ma per dialogare serve un linguaggio comune di scambio altrimenti si fanno emissioni di suoni o magari pernacchie. Occorre parlare la stessa lingua e capirsi reciprocamente su alcuni concetti fondamentali. La Torre di Babele non riusciva mai a crescere. Il carpentiere più avanzato chiedeva un mattone e l’altro gli consegnava un sasso, e si andava avanti tra incomprensioni continue dalla mattina alla sera.

SEI CARICO DI CONCETTI MEDICI E QUINDI VIAGGI SU DIRETTIVE DIAMETRALMENTE OPPOSTE

Purtroppo allo stato attuale delle cose non esistono le basi per capirci. Non voglio dire questo con l’arroganza di chi si vede su un piano superiore e che può giudicare e valutare la controparte nelle sue incongruenze e nei suoi punti deboli. Non conosco la tua età ma suppongo tu sia tra i 20 e i 25, o giù di lì, un terzo della mia. L’età comunque conta fino a un certo punto. Dico spesso che il mondo è pieno di gente esperta in esperienze sbagliate e di ideologi coinvolti in idee assurde. Quel che conta di più è l’onestà e la trasparenza intellettuale, la sincerità dei nostri intenti e la linearità delle nostre valutazioni.

VENIAMO DA LONTANO E PUNTIAMO LONTANO

Prendi nota che la scuola salutistica di tipo naturalistico e igienistico non è una invenzione mia o di qualche svitato, ma un sentiero ben tracciato che vede coinvolti Pitagora, Ippocrate, Parmenide, Platone, Socrate, Seneca, Asclepiade, Galeno, Marco Aurelio, Leonardo, Giordano Bruno, Paracelso, Cornaro, Voltaire, e una serie di straordinari medici che vanno da Antoine Bechamp, a Max Pettenkofer, ad Arnold Ehret, a Max Bircher-Benner e a diverse migliaia di medici della scuola igienistica americana, con in testa il grande Herbert Shelton.

IL TETTO PROTEICO DI 24 GRAMMI AL GIORNO È UN DATO ACQUISITO A LIVELLO MONDIALE

Le autorità più avanzate ed ascoltate nel mondo di oggi risultano alla fin fine il dr Colin Campbell autore di The China Study (vedi versione italiana nelle librerie), medico personale di Bill Clinton, oltre che la Marion Nestle, rettore della New York University Dipartimento Nutrizione, che detta le diete e i buffet alle varie catene alberghiere (Hilton, HolidayInn, Marriott, Intercontinental). Gente che possiede gli stessi strumenti linguistici che adopero da anni nel mio blog e nei miei libri. Da rilevare che la quota 24 grammi al giorno dà totalmente ragione alle diete basso-proteiche del grande Pitagora, e che in ogni caso le università americane tutte, la FAO, la stessa CDC (Central Disease Control), sono tutte uniformate sulla medesima quota, con grave scorno dei pediatri d’Italia, dei servi dell’Agroalimentare Italiano, tipo il dr Calabrese e le sue varie controfigure televisive.

FORSE È MEGLIO CHE TU NON LEGGA ALTRI MIEI SCRITTI, A PARTE QUESTO

Non ti invito a leggere nulla di mio perché rimarresti probabilmente male. Ti verrebbe a mancare la terra sotto i piedi. Mi limito però, se permetti, a commentare i punti da te sollevati. Lo farò ovviamente usando non criteri ideologici ma concetti confermati dalla scienza indipendente.

PUNTO UNO, SIAMO BIOLOGICAMENTE ONNIVORI E DIGERIAMO LA CARNE IN 3 ORE?

Sei totalmente fuori rotta. Siamo biologicamente non vegetariani ma fruttariani, in quanto capostititi deli primati, a cui appartengono pure gli altri animali umanoidi come le scimmie, dotate dell’identico sistema gastrointestinale. I segni precisi della nostra struttura biologica? A) Intestino lunghissimo, spugnoso e carico di svolte, tipico dei mangiatori di fibre vegetali e inadatto alle carni, bisognose di intestino corto, tozzo, a rapida espulsione. B) Sangue alcalino (pH 7,35-7,55) tipico dei primati. C) Assenza di enzimi uricasi per la demolizione del micidiale acido urico che sta nelle carni rosse e bianche, nel pesce e nei crostacei (28 grammi di purine per kg) che diventano tutti acido urico. D) Mandibole mobili e non fisse, adatte a sgranocchiare grani e a rosicchiare frutti, semi, [url= https://www.valdovaccaro.com/germogli-e-proprieta/]germogli e radici, non certo a sbranare altri esseri viventi. E) Stomaco a bassa acidità e quindi a scarsa capacità disgregatrice nei riguardi delle proteine animali che rimandono in circolo come residui, causando fenomeni putrefattivi. F) Reazioni leucocitiche ad ogni pasto carneo (esperimenti di Paul Kouchakoff, 1° congresso mondiale di Microbiologia a Parigi nel1930). G) Valori vibrazionali bassissimi, cancerogeni e mortali delle carni, ben inferiori al minimo di 6500 Angstrom sulla scala Bovis-Simoneton. H) Sforamento del tetto proteico di 24 grammi/giorno, che già vengono raggiunti abbondantemente con qualsiasi dieta vegancrudista saziante. I) Impossibilità di raggiungere il minimo di 5000 Orac/giorno in termini di assorbimento stress ossidativo (chi mangia carne non ha certo spazio per inondarsi di bioflavonoidi). I) Se uno non va in un macello e vede coi suoi occhi cosa significa l’uccisione di un animale, è meglio che non parli. L) Digestione in 3 ore? Vorrai dire 30 ore. La digestione non consiste nel mettere il cibo in bocca e farlo arrivare allo stomaco, ma nel digerire, assimilare ed evacuare il tutto in modo razionale senza effetti collaterali, senza leucocitosi, senza acidosi, senza fenomeni putrefattivi, senza organi che si ingrossano, senza ritenzioni idriche, senza miliardi di cellule morte o detriti cellulari o virus (perché i produttori fisiologici di virus siamo noi stessi) che rallentano la loro espulsione intasando il sistema, avvelenando il sangue, e compromettendo la funzionalità del nostro intero organismo. Non confondere poi l’effetto stimolazione che manda in accelerazione il cuore, grazie al veleno cadaverina che il corpo cerrca disperatamente di mandare fuori senza riuscirci, con un effetto magico e rafforzante della carne (la carne comporta ovviamente cadute depressive e richiede urgenti repliche). Impossibile stare su livelli limitati. La carne è droga al pari del caffè e dell’alcol. Gli animali hanno occhi, cuore, sangue, sofferenza. Ami masticare cadaveri? Libero di farlo? Fin che la legge permette questo massacro quotidiano di 7000 animali al secondo (24 ore al giorno incluso le feste), lo puoi anche fare, mettendo pure a repentaglio l’equilibrio ecologico, economico, sociale ed etico del pianeta.

PUNTO DUE, NON SIAMO MUCCHE E NON SIAMO RUMINANTI

Ribadisco che siamo dei frugivori e che la frutta, inclusi pomodori, peperoni, melanzane, zucchine e così via, rappresentano il nostro carburante elettivo. Non siamo ruminanti. Possiamo però imparare tante cose dalle mucche, dai cavalli, dagli elefanti, dalle zebre, dai porcellini, e da tutti i magnifici animali che sanno vivere pacifici rispettando gli esseri più piccoli di loro.

PUNTO 3, I PEDIATRI CONSIGLIANO CARNE E LATTE?

Hai centrato il problema. È proprio grazie alla loro dieta mediterranea moderna che la popolazione giovanile italiana risulta obesa ai massimi livelli. È grazie a loro che una su tre sviluppa diabete e cancro. Leggiti cosa dice dei pediatri il dr Robert Mendelsohn, maggior pediatra mondiale di tutti i tempi. A parte le eccezioni, sono da considerare come la rovina della maternità e dell’infanzia.

PUNTO 4, ANCHE LE PIANTE SOFFRONO

Questo è vero. La frutta però non soffre perché cade dall’albero in modo naturale. Ma le patate, lasciate sotto terra vengono divorate dai vermi e dalle muffe. Il radicchio sicuramente ha qualcosa da ridire quando gli tagliamo la parte aerea. Tuttavia è capace di ricrescere in men che non si dica. Lo scopo umano è di trovare sostegno alimentare con la minima sofferenza possibile e col minimo sacrificio possibile. La demolizione forzata di un capo animale innocente di terra o di acqua è un atto brutale imperdonabile, violento, vigliacco, intollerabile ed è per questo che ci sentiamo coinvolti in una missione. Non è questione di imposizioni. Ci sono 1000 ragioni per essere vegan-crudisti tendenziali e nemmeno una per essere dei feroci assassini che trasformano il proprio intestino in orribile cimitero mobile.

PUNTO CINQUE, LA VERITÀ NON STA AFFATTO NEL MEZZO MA NEL PUNTO IN CUI È GIUSTO STARE

I macelli vanno chiusi, le baleniere vanno fermate, le tonnare vanno eliminate. L’uomo deve imparare a ritrovare se stesso rispettando il prossimo a 360 gradi. ome disse Voltaire, finché esiste un solo macello al mondo la civiltà umana continuerà ad essere tutto fuorché civile. Se la carne facesse davvero bene, come sostieni, dovremmo mangiarla in abbondanza e non certo una volta a settimana.

PUNTO SEI, IL PESCE ALLUNGA LA VITA CON GLI OMEGA-3 ?

Il più grande produttore di Omega-3, simbolo internazionale degli Omega-3, la pensava esattamente a quel modo. Si chiamava David Servan-Schreiber, uno dei rampolli più ricchi al mondo. Figlio del grande Jacques Servan-Schreiber, autore del best seller La sfida Americana. Medico, docente alla Sorbona, docente a Montreal e docente a Miami. Se n’è andato a 49 anni. Né lui né la schiera di medici amici che lo conoscevano. Nessuno è stato in grado di salvarlo. Gli Omega-3 con le prostaglandine giuste e crude, si trovano abbondanti nelle mandorle, nei pinoli, nelle noci, nelle noccioline, nei pistacchi, nei semini, negli avocado, nei cavoli, nei cereali, nei legumi. Non c’è bisogno di macellare ed arpionare balene e delfini. Non c’è bisogno di coniugare il maledetto verbo uccidere per soddisfare le nostre esigenze nutritive. La stessa cosa è successa negli ultimi 2 anni a Michel Montignac, guru degli indici glicemici, e del cibo iperproteico, oltre che a Carlo Cannella, docente alla Sapienza, e maggior sostenitore della dieta mediterranea bistecca-latte-prosciutto-grana. La favola dei longevi giapponesi la conosco meglio di chi la sta usando in modo distorto ed ipocrita, visto che ho sulle spalle 200 e oltre viaggi in quel paese. Chi mangia pesce e Omega-3 salati e cotti vive la meta’ della media, avvelenato dal sale e dalla ritenzione idrica. I longevi stanno nelle isolette al riparo delle tensioni, con diete assai sofisticate e tendenti al veganismo.

PUNTO SETTE, NON VI AMMALATE MAI ?

Ci sono due tipi di non-ammalamento o di immunità. Il tipo A riguarda chi si comporta in modo quasi-perfetto, per cui non si ammala quasi mai davvero. Il tipo B riguarda chi mangia male e beve male, ma mantiene ciononostante il suo motore in costante stimolo accelerativo, supportato da veleni come cadaverina, caffeina, theina, teobromina, caseina, cole, zuccheri raffinati, integratori, farmaci e vaccini. La sua situazione rimane a forte rischio di nodo che viene al pettine. Nel suo caso la mancanza di malattia non significa salute ma soltanto decapitazione immunitaria, visto che i continui attentati al proprio corpo (40 insulti al giorno circa), hanno tolto energia reattiva alle sue difese che non riescono a organizzare una crisi depurativa capace di scaricare l’enorme mole di tossine che impregnano il suo sangue, la sua linfa, le sue acque interne, i suoi organi ingrossati.

PUNTO OTTO, IMPOSSIBILE NON PRENDERE UN RAFFREDDORE

Il raffreddore, come del resto l’influenza e tutte le malattie, non si prende da nessuno. Lo si cova e lo si fabbrica al nostro interno, trasformando la nostra perfetta macchina da guerra in un relitto umano che va avanti solo grazie a doping e droghe di ogni genere. Tener presente che, per chi ha veleni interni da smaltire, la malattia, qualsiasi malattia anche la più grave, diventa uno scarico di tossine e un segnale d’allarme e quindi uno strumento di salvezza. Ho scritto tra le tesine una dal titolo “Benedetta sia l’influenza stagionale”.

MANGIATORI DI CARNE DALLE ANALISI PERFETTE

I cimiteri sono strapieni di gente avvelenata che aveva le analisi perfette. Essere impregnati di veleni ed avere nel contempo i valori entro il range è una cosa gravissima, in quanto denota assenza di attività ripulitiva immunitaria, assenza di attività chelante e disgregante. E i medici ti faranno pure i loro complimenti! Se invece hai la creatinina alta perché hai migliorato la dieta e il corpo sta espellendo dei veleni attraverso il sangue, ecco che ti bacchetterà e ti terrorizzerà dicendo che sei prossimo alla dialisi.

SCUOLE SBAGLIATE CHE LICENZIANO INTERPRETI SBAGLIATI

I medici provengono da scuole miopi e fuorvianti chiamate Facoltà di Medicina, che nulla insegnano di salute naturale, di meccanismi autoguaritivi interni, di nutrizione. Ovvio che non siano nemmeno in grado di interprettare correttamente gli stessi valori delle tabelle mediche. Non sto dicendo che sono dei coglioni, ma semplicemente che sono oberati da nozioni farmacologiche al punto da non trovare il modo e il tempo per connettere, per ragionare, per andare oltre alla punta del proprio naso, oltre alle facili e scontate apparenze.

TROPPI MICRORGANISMI NELL’ARIA E TROPPE BALLE CIRCOLANTI NELLA TUA MENTE

I batteri sono i nostri soci e vivono in sinergia con noi medesimi, aiutandoci a mangiare porcherie interne che, in loro assenza, diventerebbero per noi mortifere. I virus sono niente altro che le nostre cellule in moria normale e fisiologica, a ondate di miliardi al secondo. Materiale morto e innocuo, nella misuira in cui abbiamo la forza immunitaria per espellerlo e in parte riciclarlo. Le cose esterne che ti spaventano, escludendo l’inquinamento, non creano problemi alle nostre eccellenti barriere immunitarie.

LA PROVA DEL NOVE

Vuoi la inequivocabile prova del 9 che batteri, virus ed allergeni sono tutte invenzioni irreligiose di una medicina obsoleta e tutto sommato incompetente? Non appena ti viene una malattia, e ti ritrovi pieno di batteri vivi e di virus morti, non prendere niente antibiotici, niente antibatterici, niente anti-allergeni, niente antivirali, e mettiti a fare un digiuno riposato bevendo solo acqua leggera. Se fosse vera la teoria batterico-virale dovresti essere massacrato, mangiato e devastato dai batteri vivi in moltiplicazione continua, e dai virus morti in accumulazione continua. Invece dopo 3-5 giorni di digiuno ti ritrovi sano e salvo, coi batteri rietrati e i virus ripuliti.

LEGGITI PETER DUESBERG E AGGIORNATI SULL’ULTIMO MONAGNIER

Questo tipo di esperimento viene fatto e ripetuto da decine di anni e dà sempre ragione all’igierne e torto alla medicina. Vale ovviamente anche per l’Ebola e per l’Aids. Ma lasciati fare una domanda. Credi forse alla favola di Cappuccetto Rosso? Non ti dico di leggere “Hiv, il virus inventato” del maggior virologo mondiale Peter Duesberg, docente di biologia molecolare a Berkeley, ma leggiti almeno gli ironici sputtanamenti del carrozzone Aids da parte del medesimo Luc Montagnier, paradossalmente premiato del Nobel di medicina per una malattia inventata e per un virus inventato e quindi doppiamente innocente. Leggiti magari sul blog una sola mia tesina come “L’Aids, non malattia ma programma di governo”, pubblicata due anni fa pure sulla rivista Nexus.

NON È QUESTIONE DI DEMONIZZARE LA CONTROPARTE MA PIUTTOSTO DI MISURARSI SUI FATTI

Spero di incontrarti in una delle mie prossime conferenze a Roma (in settembre). Sono le otto del mattino ed ho cominciato a risponderti alle 10 di ieri sera. Alle 12 parto per Hongkong. Piscina con sauna, massaggi, durian per le strade. Cose a cui ho rinunciato volentieri per rispondere spero sensatamente e senza troppa offesa alle tue obiezioni. Spero che la cosa venga almeno apprezzata. Devo anzi affrettarmi per una doccia, per la colazione e per saldare il conto dell’Indra Regent, albergo di ottimo livello che mi concedo in zona Bangkok.

Valdo Vaccaro


RispondiQuota
Matz
 Matz
(@matz)
Utenti
Registrato: 3 anni fa
Post: 884
12/09/2018 10:52 pm  

Sarò onesto Andrea, non me ne frega assolutamente niente di quello che dice Vaccaro e non sprecherò 5 minuti di vita per leggere una sua tesina.
L’uomo è tendenzialmente carnivoro per la scienza, lui può dire quello che ne ha voglia che non me frega assolutamente nulla.

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7362
12/09/2018 11:20 pm  

Ragazzi, ribadisco che non ci tengo affatto a fare della polemica, ma le cose o si sanno o non si sanno, non sono più riuscito a guardare il video della vegana pentita quando ho sentito dire che la carne sarebbe molto facile da digerire per il nostro intestino, sono eresie inenarrabili, al pari dei vegani affetti da ortoressia.

Posto questa risposta di Valdo Vaccaro ad una lettera di un carnivoro convinto, in cui si possono leggere tutte le credenze da lui annoverate, smontate una per una:

Ma quale eresia! Hai presente quando i vari guru sostengono che per diventare fruttariano bisogna fare una lunga transizione? E che quando durante la transizione stai di merda e tu ti consoli perché ti hanno detto che sono crisi di disintossicazione? E che devi sopportarle in silenzio perché presto toccherai gli alti vertici della salute? E che per accellerare la disintossicazione bisogna fare i clisteri al caffé  e i digiuni? E invece di migliorare si diventa sempre più magri, debilitati e con zero libido e ti giustifichi con te stesso pensando che la luce al di la del tunnel è vicina e che comunque la vera forma fisica della salute è essere magro come un chiodo e che, come gli altri animali, del resto, è normale trombare solo una volta all'anno? Bè, io la luce al di la del tunnel non l'ho mai vista e, meraviglia delle meraviglie, dopo anni senza mangiare carne, dopo averne fatto una scorpacciata come se non ci fosse un domani, convinto di sperimentare le pene dell'inferno, mi accorgo che l'ho digerita benissimo e che non c'è stato bisogno di fare nessuna transizione. Ecco, quando la ragazza dice che la carne si digerisce benissimo, gli do ragione perché l'ho sperimentato e lo sperimento tutti i giorni a colazione, pranzo e cena da 7 anni! Quindi, il sig. Valdo può smontare a parole quello che vuole ma nei fatti, lui e quelli come lui, per quanto riguarda la scienza dell'alimentazione, sono dei ciarlatani con i controfiocchi! Per giunta provo tanta pena per tutti gli illusi che gli danno credito...

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
AndreaC
(@andreac)
Utenti
Registrato: 2 anni fa
Post: 57
13/09/2018 12:13 am  

Matz, io non sono uno scienziato ma, logicamente, se non possediamo l'enzima uricasi, ed essendo i nostri succhi gastrici circa 20 volte meno potenti di quelli dei carnivori, come possiamo essere equiparabili ai cani ? O anche solo ai carnivori ?

Soprassedendo la questione della coprofagia e della carne che sarebbe meglio mangiarla in decomposizione, come sostiene il medico del link che mi hai postato (quello degli acidi grassi a corta catena) ma che, al tempo stesso, sostiene che l'apparato dei carnivori sarebbe più semplice rispetto al nostro, (per l'appunto; corto, tozzo, a rapida espulsione, nonchè dotato degli enzimi uricasi, a differenza del nostro) ma che al tempo stesso sostiene anche che il nostro apparato digerente sarebbe molto simile a quello dei frugivori (appunto!), come si fa, dico io, a pensare che l'essere umano sia più simile al cane che allo scimpanzè ?

Quando essere umano e scimpanzè condividono almeno il 97 percento del DNA ?

Sulle teorie di Vaccaro riguardo ai virus ho avuto la fortuna di confrontarmi con una biologa di rara intelligenza e preparazione e ci sono dei punti che non tornano del tutto, come il fatto che, non essendo propriamente vivi, non possano essere patogeni, e si parla cmq di virus, non di retrovirus, ma su ogni altro aspetto esposto da Vaccaro in quella lettera, penso si possa asserire che i fatti smentiscano molte delle "certezze scientifiche" che diamo per vere ma che si rivelano essere spesso, per l'appunto, Traballanti.

Quasi ogni volta che fai tanto di approfondire trovi sistematicamente che qualcosa non torna.

Mi basta accendere la tv e vedo vegetariani equiparati ai respiriani, o a personaggi come quello dei gruppi sanguigni e dei segni zodiacali, tale Mozzi, che si fa ricevere appositamente da Vespa al solo scopo di farsi prendere per i fondelli, con dall'altra parte il Dott. Calabrese, perchè si ripete sempre questo copione volto allo "sputtanamento" della categoria, una volontà neanche troppo occultata, di dover demolire ad ogni costo chiunque si azzardi a dire qualcosa che potrebbe diventare scomodo per gli addetti ai lavori.

Riguardo ai latticini pensi forse che rendano le ossa forti ? E' pieno di anziani che bevono litri di latte vaccino e si rompono anca e femore perchè la caseina, mandando l'organismo in acidificazione metabolica (proteina estremamente acidificante), l'organismo come tampone è costretto a svuotarci le ossa dall'osseina rendendo così il nostro scheletro fragile come il vetro.

Ci dicono che il latte renderebbe le ossa forti, come mai invece causa osteoporosi ?

Ti dirò, più approfondisco certi temi, più mi rendo conto di essere nel medioevo.

Riguardo poi la putresceina delle arance, è un altro mito urlato a gran voce ma pretestuoso, lo dimostra il fatto che non tiene conto del Fondamentale Distinguo tra putrescine animali e putrescine vegetali.

Il China Study è stato definito dal New York Times lo studio più completo ed esteso mai effettuato sulla correlazione tra dieta e malattie, e ben 10 anni di quei 27 sono serviti per analizzare la enorme mole di dati raccolti.

Non esiste uno studio più ambizioso e completo di quello, secondo me non è sufficiente dire che non è vero.

Cito un tuo commento, fabietto, e lo commento:

"P.S. Vaccaro chiede di portargli persone longeve che mangiano cadaveri. La mia terra, la Sardegna, è piena di ultracentenari che hanno vissuto di pastorizia (quindi soprattutto latte, formaggi e carne)".

Un tempo vivere di pastorizia non significava affatto mangiare molta carne, i pastori sardi non potevano permettersi di mangiare la carne che producevano, erano costretti a venderla, di carne praticamente non ne mangiavano. 
Un po' come gli asiatici che, non avendo storicamente mai bevuto latticini, hanno geneticamente denti bellissimi.

Se sono geneticamente longevi non è quindi merito della carne di cui si nutrono oggi, ma, probabilmente, nonostante la carne.

O almeno questa è una possibile ricostruzione, e sarebbe comunque interessante approfondire.

Tutte le pene che tu hai elencato, fabietto, passando da una dieta carnea ad una vegetariana e poi vegana, non le ho patite, ho sì avuto qualche crisi eliminativa (della durata di una notte), e conta che mi sono poi concesso anche uova e qualche pezzo di formaggio, assestandomi su una dieta vegetariana.

Ma alterno comunque a periodi di estratti e zero proteine animali e non sono affatto denutrito o moribondo, sono più in carne di mio fratello, te lo garantisco. 

Siccome siamo qui per dirci le cose non avrebbe senso non essere sinceri.

Io per primo sono stato cresciuto con una dieta carnea, e da bambino ero molto gracile, magrissimo, pieno di otiti, di herpes.
Mio fratello era più resistente di me, ma la carne l'ho mangiata per quasi tutta la mia vita, e mi piace, e non ne faccio nemmeno necessariamente una questione etica, come Vaccaro.

Di carne in decomposizione nel mio tratto digerente però non ne voglio, meno che mai del pesce.
Per ovvie ragioni che, se vorrai, potremo discutere.

Buona serata


RispondiQuota
Matz
 Matz
(@matz)
Utenti
Registrato: 3 anni fa
Post: 884
13/09/2018 12:21 am  

Io penso che tu Andrea purtroppo abbia dei problemi irrisolti nella tua vita, ti auguro con tutto il cuore di risolverli, ma secondo me sei ancora molto lontano purtroppo.
Buon proseguo!

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7362
13/09/2018 12:42 am  

Certamente i pastori sardi non si strafogavano di carne, ma non erano nemmeno vegani. Spero che sul fatto che durante l'evoluzione siamo diventati onnivori siamo tutti d'accordo, spero!
Forse c'è un malinteso, guarda che io sono convinto che se fai le cose per bene, rispettando le corrette associazioni alimentari, si può vivere benissimo da vegani. La Luciana Baroni, la dottoressa che seguivo quando ero vegano, è vegana da oltre vent'anni. Io non stavo malaccio da vegano quando seguivo la Baroni. Però mi pigliavo comunque le influenze e raffreddori come i cristiani normali. Il declino l'ho avuto quando ho iniziato a seguire l'igienismo di Ehret. Che ti devo dire? Io in paleodieta, anche se per te è una bestialità, ho trovato il mio optimum! Un conto sarebbe se non avessi fatto le mie esperienze, ma ora come ora non sarai ne te e ne quelli come il sig. Vaccaro a farmi cambiare idea! Ma poi, sentirsi dire che la carne non si digerisce bene mentre io la demolisco benissimo, è surreale! Magari sei tu, e altri come te, che avete problemi digestivi in tal senso e immaginate che sono tutti così mentre così non è!?

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
AndreaC
(@andreac)
Utenti
Registrato: 2 anni fa
Post: 57
13/09/2018 12:48 am  

Matz, io sono anche disposto a mettere in discussione le mie idee, ma se ignoriamo la scienza facciamo fatica a saltarci fuori, sono stanco di Fake News spacciate per scienza, non basta un articolo di un giornalista o di un nutrizionista o di un medico finanziato dall'FDA per mettere in discussione uno studio durato trent'anni, tanto più che almeno io lo sforzo di leggere le tue fonti l'ho fatto.

Sono io ad avere dei problemi ? Libero di crederlo. 
Ma non è screditando me o arrabbiandoti che otterrai delle valide ragioni per continuare a ritenere che le tue fonti siano "migliori" o più credibili di quelle esposte dagli altri.


RispondiQuota
Matz
 Matz
(@matz)
Utenti
Registrato: 3 anni fa
Post: 884
13/09/2018 12:57 am  

Andrea ma guarda che qua dentro l’unico che ha dei problemi sei te. Cioè nel senso io ripeto per l’ennesima volta che puoi fare il vegano finché ne hai voglia che per me non c’è alcun problema.
L’uomo si è evoluto da scimmia ed è diventato onnivoro, l’intestino dell’uomo ma anche lo stomaco, sono identici a quelli di cane e gatto e qua tu puoi dire quello che ne hai voglia ma non avrai mai ragione perché l’anatomia non si discute.
Indi percui io concordo con Fabietto nuovamente, solo per il fatto che tu hai dei problemi irrisolti e probabilmente non digerisci certi cibi, cerchi di autoconvicerti che tutti gli umani siano in realtà scimmie, il che è davvero ma davvero patetico.
Per me Vaccaro starebbe bene con Pianesi in galera e non so nemmeno perché gli abbiano ancora lasciato la facoltà di parola.
Io mangerò carne fino a quando non lascerò questo mondo, quindi di sprecare tempo prezioso per leggere un idiota come Vaccaro ma proprio zero meno.
Leggitelo se ti piace tanto, io vegano nella mia vita non lo sarò mai, tu non mi convincerai mai di niente, anzi, più che altro, pensa a curarti, io se fossi nella tua famiglia penserei ad un trattamento sanitario obbligatorio visti i ragionamenti che la tua mente riesce a progettare.

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7362
13/09/2018 1:00 am  

Ma io non sono arrabbiato! La scienza non è una religione! Io ho letto il libro che citi, c'è nella biblioteca comunale, e ho visto svariate volte anche tutto il documentario su youtube. Conosco benissimo tutta la teoria che ci sta dietro ma, con tutto il bagaglio di conoscienza che ho sulle spalle, posso dire che concordo con la comunità scientifica sull'inattendibilità del China Study!

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
AndreaC
(@andreac)
Utenti
Registrato: 2 anni fa
Post: 57
13/09/2018 1:14 am  

Matz, io adesso non ti sto parlando di Valdo Vaccaro, ti stavo parlando del China Study (Quelli del New York Times sono tutti una manica di poveri deficienti ? Tutto può essere) ti parlo di enzimi uricasi, che infatti non possediamo (ed è anche, anzi, soprattutto in questo che il nostro apparato digerente è diverso da quello dei carnivori, non è quindi solo una questione di forma o di lunghezza), ti parlo di scienza.

E non ho voglia di battibeccare, credimi, sei più che libero di aggrapparti alle tue credenze, non ne faccio certo una questione etica, non ti giudico minimamente, anzi, alcune proteine animali le mangio anche io. Sei libero anche tu, come me, di alimentarti come preferisci, ma non ti aspettare che ti dia ragione perchè ti arrabbi o perchè, in maniera piuttosto sgradevole, mi additi come un fuori di testa plagiato da Ricovero Coatto.
Non c'è nulla di male ad attingere da fonti diverse, ma non venirmi ti prego a parlare di scienza, perchè io ho deciso di affidarmi allo studio scientifico più esteso, completo, e autorevole della storia, una mappa del cancro e di altre malattie cronico-degenerative che ha preso in esame 800 milioni di individui tutti geneticamente simili, e quello studio trentennale ha concluso che le proteine animali, per l'essere umano, sono ammalanti, e tanto mi basta.

Fabietto:
"Spero che sul fatto che durante l'evoluzione siamo diventati onnivori siamo tutti d'accordo, spero!"

Bè, noto con dispiacere che citare il China Study non sortisce alcun effetto, se così fosse la carne ci farebbe bene, o non ci danneggerebbe, mentre non è così, gli infarti non ci vengono a suon di frutta e verdura a volontà, di succhi o di centrifugati, ma a suon di grigliate, sugna, zamponi, cibi acidificanti, tutte sostanze che occludono i nostri vasi e le nostre arterie e che favoriscono, acidificando il PH del nostro torrente ematico, l'insorgenza del cancro, non le arance, come sostengono alcuni medici che di alimentazione non conoscono nemmeno l'ABC, ti basti pensare al fatto che negli ospedali, nei reparti oncologici, la mensa distribuisce il tris di formaggi. O che i medici stessi siano venuti a dirmi che le arance acidificherebbero il sangue, questa non è forse una follia?

E poi i clisteri al caffè  (non ricordo se ne hai parlato tu o l'utente Matz) erano contemplati dalla medicina ufficiale, non erano una roba strana sciamanica promossa dai seguaci della Wanna Marchi, Max Gerson li praticava proprio perchè era un medico, tanto per sfatare uno dei soliti mantra che si leggono ovunque in rete.

In buona sostanza, se avessi letto la risposta al "carnivoro" da parte di Valdo che ho postato qui sopra nemmeno me le domanderesti queste cose.


RispondiQuota
Matz
 Matz
(@matz)
Utenti
Registrato: 3 anni fa
Post: 884
13/09/2018 8:54 am  

Andrea l’acido urico viene filtrato in parte dai reni e lo pisci ed in parte viene espulso con le feci, è una cosa fisiologica, l’uomo non ha bisogno di tante proteine, noi non mangiamo carni magre, dobbiamo mangiare il grasso capisci? Cioè mi trovo in estrema difficoltà a parlare con una persona che crede che uno studio inventato sia lo studio più grande del secolo, e che ripete fesserie di un poco normale.
Veramente io credo che tu abbia dei problemi abbastanza seri, non scherzo, io credo che i tuoi familiari debbano venirti in aiuto perché dimostri davvero delle lacune mentali importanti e rischi di ammalarti sul serio andando avanti così.

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7362
13/09/2018 9:08 am  

Certo, i clisteri hanno un loro perché quando si è costipati. Ma il punto non sono la validità dei clisteri ma l'abuso che se ne fa, insieme ai digiuni, quando si segue l'igienismo. Siccome tu segui Vaccaro, dovresti sapere che lui con il China study non c'entra una sega: lui è convinto che la gente per vivere in salute dovrebbe mangiare solo frutta, verdura, fare digiuni e clisteri.
Tornando al China study, nemmeno se lo studio fosse durato 100 anni sarebbe stato attendibile, come non sono attendibili gli studi della medicina ufficiale che associano le carni rosse al cancro e i grassi saturi alle malattie cardiovascolari. Sono studi inattendibili per il semplice fatto che uno studio scientifico, per essere valido, dovrebbe essere fatto in doppio cieco. Per esempio, se vuoi capire se la dieta paleo confronto alla vegan è migliore, servirebbero due gruppi di cavie umane; i gruppi dovrebbero essere controllati a vista in tutte le loro attività ricreative e non; un campione dovrebbe mangiare solo paleo (senza sgarri) e l'altro campione solo cibi vegan (senza sgarri) per un tempo abbastanza lungo da poterne ricavare dei dati da analizzare e comparare. Invece il China study incrimina latte e carne senza tener conto che nessuno mangia solo carne e latte ma un'infinità di altri alimenti... per non parlare di fumo, alcool, farmaci, droghe, etc... Senza considerare nemmeno che chi diventa vegano di solito cambia anche stile di vita facendo sport, smettendo di bere e di fumare, etc... Quindi, come è possibile incolpare solo un alimento in un contesto così vario? Poi, non si possono nemmeno comparare le due fazioni, onnivori e vegani, perché i primi sono in numero maggiore. Anche pochi casi di tumore, in un gruppo così piccolo di vegani, risulterebbe sempre statisticamente troppo confronto all'altro gruppo. Perché pensi veramente che chi non mangia carne non muore di cancro? Linda McCartney, Steve Jobs (igienista), Umberto Veronesi e chi sa tutti gli altri non famosi dei quali non potremo mai sapere il nome...

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7362
13/09/2018 2:07 pm  

"Fino a poco tempo fa la risposta era: poca carne, ossia poche proteine, a conferma dell'opinione comune che la drastica riduzione dell'apporto alimentare di purine, presenti per lo più in questi alimenti, potesse essere l'arma vincente nel trattamento dell'acido urico e della malattia gottosa. Ma cambia il mondo, cambiano le diete e così, dopo tanti anni di diete povere di carne, ci siamo accorti che anche una dieta acarnea (ossia completamente senza carne) può, al massimo, ridurre l'acido urico di non più di 0,5-1 milligrammo, il tutto a conferma che quest'ultimo aumenta più per cause endogene che per cause esogene. fruttosio è anche sconsigliato a chi soffre di gotta o predisposizione a tale malattia poiché il metabolismo epatico del fruttosio è in grado di aumentare il livello di acido urico."
https://www.mangiaconsapevole.com/forum/T-Gotta-acidi-urici-purine-e-frattaglie.html?pid=939#pid939

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
burc
 burc
(@burc)
Utenti
Registrato: 6 anni fa
Post: 138
13/09/2018 3:39 pm  

credo che sia giusto che ognuno ha le sue idee, se Andrea vuole farci sapere il suo pensiero va bene, e credo che più che convince noi si autoconvinca. se poi sta bene meglio per lui, certo non deve cercare di convincere noi delle sue tesi, io sto benissimo mangindo di tutto o quasi e ho 58 anni vediamo se lui ci arriva.................


RispondiQuota
Pagina 2 / 10