Forum

Notifiche
Cancella tutti

ma le lampade fanno tutte male?

Pagina 2 / 2

benefabio
(@benefabio)
Membro
Registrato: 7 anni fa
Post: 295
 

Ma perché farsi una lampada ogni tanto dovrebbe abbassare il sistema immunitario? Penso proprio di no, dipende da quante se ne fanno e anche da quanto vicino ci si mette, spesso mi capita di fare la trifacciale, quella che volendo ti puoi anche un pò allontanare, o al limite si decide di non fare tutti i minuti disponibili, la lampada di poca potenza te la puoi pure comprare e fartela a casa, è quella della philips con i tubi.


RispondiCitazione
Tropico
(@tropico)
Membro Admin
Registrato: 11 anni fa
Post: 9836
 

Dipende da come le usi, nel libretto di istruzioni della lampada Philips HB404 ad esempio spiega come evitare un uso dannoso

rispettare le distanza consigliata di almeno 65 cm (fra i filtri UV e il corpo).
Sedute abbronzanti: quante volte e per quanto tempo?
Non sottoponetevi a più di una sessione abbronzante al giorno nell’arco di 5/10 giorni.
Lasciate trascorrere almeno 48 ore fra la prima e la seconda seduta.
Dopo il primo ciclo di 5-10 sedute, vi consigliamo di lasciar riposare la pelle.
Circa un mese dopo il ciclo di sedute, la pelle avrà perso gran parte dell’abbronzatura. A questo
punto potete iniziare un nuovo ciclo.
Per mantenere l’abbronzatura non dovete sospendere il trattamento, ma continuare a
sottoporvi a una o due sedute settimanali.
Nel caso decidiate di sospendere il trattamento per qualche tempo o di continuare le sedute
con una frequenza più bassa, fate sempre attenzione a non superare il numero massimo di ore
per seduta consentite.
Per questo apparecchio, si consigliano al massimo 20 ore (= 1200 minuti) all’anno.
Esempio
Immaginiamo che vi sottoponiate a un ciclo di raggi UV di 10 giorni, con una seduta di 8 minuti il
primo giorno e di 20 minuti nei 9 giorni successivi.
L’intero ciclo sarà quindi composto da (1 x 8 minuti) + (9 x 20 minuti) = 188 minuti.
Nel corso di un anno potrete sottoporvi a 6 di questi cicli (6 x 188 = 1128 minuti).
Naturalmente il numero massimo di ore si applica a ogni singola parte del corpo abbronzata (ad
es. la parte posteriore e anteriore del corpo).

Ad ogni modo è vero che l'esposizione alla radiazione UV è immunosoppressiva

[...]Sorprendentemente, basse dosi di raggi UVB sopprimono anche alcune armi del sistema immunitario adattativo ( Halliday, 2005). Ad esempio, il trattamento UVB deprime reazioni acute e ipersensibilità ritardata. Alcune condizioni cutanee infiammatorie croniche, come la psoriasi, sono trattati con dosi di UVB, in parte per questo motivo. UVB è creduto di provocare immunosoppressione per azione diretta sulle cellule immunitarie all'interno della pelle, così come indirettamente. La vitamina D, convertito dalla UVB in pelle da 7DHC ha proprietà immunosoppressori potenti. Infatti, le forme attive di vitamina D hanno dimostrato di inibire la proliferazione delle cellule T, inibire l'espressione di MHC di classe II sulla proteine ​​cellule presentanti l'antigene, e deprimere l'attività delle cellule di Langerhans ( Lehmann et al, 2004). Inoltre, la luce solare stimola la cheratinociti e melanociti per esprimere il alfa MSH, un ormone che svolge non solo un ruolo nella pigmentazione della pelle, ma serve anche a sopprimere l'infiammazione epidermico ( Brogden et al, 2005).[...]

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiCitazione
benefabio
(@benefabio)
Membro
Registrato: 7 anni fa
Post: 295
 

A proposito della philips 404, in questi giorni ho provato a cercarla qui a Roma ma niente, ho girato parecchio MediaWorld, Unieuro, Euronics, Metro mi viene quasi il dubbio che non sia più in vendita anche se dal sito philips risulta come prodotto ma se si va all'aquisto online nemmeno li è presente.


RispondiCitazione
Pagina 2 / 2