Forum

Notifiche
Cancella tutti

Misurazioni glicemiche  

Pagina 3 / 3
  RSS

salvio
(@salvio)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1043
26/09/2011 9:19 pm  

5giorni senza glucometro e oggi ho provato un paio di misurazioni tanto per
sport : percezioni personali impeccabili! Ho scoperto però che se si è in
riserva di glicogeno le sensazioni sono falsate,se si hanno i depositi pieni non
si ha voglia affatto di carbo,se si è in riserva considerevole si ha moltissima
fame di carbo.
Admin per riconoscere bene il tuo senso di fame reale fai
piccole assunzioni da 200cal e vedi come ti senti quando le stai per
terminare,butterai via quell'aggeggio.
Per salvio,la teoria di albanesi non
fa una grinza e la glicemia ha un picco più o meno come predetto dalla sua
formula.
Ieri post wo ho mangiato circa 100grammi di carbo ad alto ig,picco
massimo 170.
Una volta mangiai un paio di mele piccole probabilmente in
ipercortisolemia:picco massimo 200.
Evidentemente mangiando con glicemia sui
60 non si avranno mai picchi considerevoli a meno di non mangiare più di 100g di
carbo e pro mischiati.

Quindi fammi capire se io parto
da una glicemia di 80 e mangio 30 grammi di carbo con 10 di grasso e 20 di
proteine avrò un picco che sarà pari circa a: 80+30x0.9+10x0.1+20x0.5 =
118?

Ho capito bene...?


RispondiQuota
Muso
 Muso
(@muso)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1170
26/09/2011 9:19 pm  

bhè,ovviamente non è esatta al 100%ma è abbastanza indicativa.


RispondiQuota
Muso
 Muso
(@muso)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 1170
26/09/2011 9:19 pm  

Se sei in riserva fai tanti pasti da 300-350calorie e in ognuno ci metti 50 g di carbo,20g di pro e pochi grassi.
Se non sei in riserva pesa ma hai fatto o devi fare sport ripartisci circa 40-40-20 o 50-30-20 a seconda dello sport. L'ig dei carbo valutalo in base alle esigenze.
Se non faccio sport e sono in giro per qualche motivo per molto tempo faccio grosse assunzioni di grassi e pro da circa 800cal con praticamente zero carbo.


RispondiQuota
Andrea
(@andrea)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 707
26/09/2011 9:20 pm  

continuo qui le mie osservazioni sulle misurazioni glicemiche

ieri sera sono andato a dormire verso mezzanotte dopo aver cenato alle 21.15 (cena sostanziosa sulle 600 kcal)

mi sono svegliato questa mattina alle 5.30 lucido, mi sarei alzato ma sono rimasto a letto riaddormentandomi

alle 7.30 al suono della sveglia mi sono alzato, glicemia 93, quindi salto colazione

esco (dopo un po che sono uscito ho avvertito debolezza e stanchezza)

rientro a casa alle 8.30, glicemia 81

bagni derivativi (eh si è da un po di settimane che li faccio e li metto qui perche non so se posso influire sulle misurazioni :mm: )

alle 8.55 glicemia di nuovo a 81 (era gia scesa e stava salendo? )

alle 9.10 glicemia 87

alle 9.40 glicemia 94 (ma il glucagone la alza cosi tanto?) e magari si alzera ancora..mah

ok, non capisco quei due valori uguali a distanza di venti minuti, 81 alle 8.30 e 81 alle 8.55, ipotizzo che l'81 delle 8.55 era gia in salita.

quello che non capisco invece è la difficolta nel riconoscere la mia glicemia perche non avverto una marcata sensazione di fame come alcune persone, quindi ho difficolta a capire quando sia il momento adatto per assumere cibo

ok,osservazioni? pareri al riguardo?

aggiornamento:
alle 10.29: 78
alle 10.39: 81
alle 10.50: 86
alle 11.34: 68 quindi ho mangiato frutta (4 prugne 100gr)

mi piacerebbe capire quanto dura la fase di salita e di discesa, cioe quanto ci mette ad alzarsi per effetto del glucagone e quanto a scendere.
mi domando anche quanta quantità di glucosio viene messa in circolo alla volta

pensate un po

dopo un 'ora dall assunzione con glicemia a 68 di 4 prugne (100 grammi) glicemia 110, dopo 2 ore glicemia 90.

---

in questi giorni ho notato come la mattina il metabolismo sia altissimo rispetto al resto della giornata e come il il corpo tamponi alzando la glicemia repentinamente ma che questa scendi altrettanto velocemente.

per esempio mi sono sveglaito alle 6.45 glicemia 90, ale 7 salita a 100 e alle 7,15 scesa a 78. fatto colazione con 5-6 prugne, poi sono uscito, alle 10 glicemia a 87 (quindi il prossimo valore mi fara capire se la frutta l ho gia metabolizzata tutta), infatti alle ore 9.50 glicemia 89 (quindi questo mi fa capire che quella frutta mi è bastata per poco e il corpo aveva gia posto rimedio alzando la glicemia)e alle ore 10.30 glic. 100, alle 11.00 glic. 89

questo mi fa capire come la mattina sia indispensabile una sostanziosa colazione con annesso spuntino a meta mattina se cio non basti..la cosa che mi è difficile capire invece è sempre il momento opportuno per mangiare visto che non avverto sensazioni significative quando la glicemia scende. in pratica se non si fornisce al corpo nutrimento necessario il corpo tampona, quindi ho visto che è un sali e scendi continuo e repentino visto che da quando il corpo tampona alzando la glicemia a quando torna a livelli normali ci mette forse meno di un ora.

pero non riesco a capire ancora quando sia il momento adatto di cominciare la colazione, evitando di assumere cibo quando la glicemia è alta per effetto tampone...paranoia? o giusta osservazione? se fosse per me andrei avanti tranquillamente senza mangiare, visto che non ho spiacevoli incovenienti e la fame di solito la avverto marcata una volta cominciato a mangiare

in pratica questo smoneterebbe la teoria di ciampolini, visto che per lui la glicemia alta di mattina è causata da un elevato introito di calorie a cena e non consumate la notte.
da quello che ho sperimentato non è cosi, anzi ho sentito su vari forum di bb come assumendo certe sostanze come glutammina prima di andare a dormire per evitare il catabolismo notturno, la mattina si ritrovino ad avere una fame bestiale.
a voi le conclusioni


RispondiQuota
tarullo
(@tarullo)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 324
16/11/2017 4:57 pm  

Novità su questo thread?

Modesty is not exactly my speciality.
S. Dalî


RispondiQuota
Pagina 3 / 3