0

26: La luce digestiva

Effetto durante il giorno di una debole o intensa luce sull’attività gastrointestinale umana

Sone Y , Hyun KJ , Nishimura S , Lee YA , Tokura H .
Sulla base dei nostri precedenti risultati, sull’esposizione luminosa alla luce durante il giorno, che ha profonde influenze sui parametri fisiologici, come la secrezione della melatonina e della temperatura timpanica negli esseri umani, abbiamo proposto l’ipotesi che l’esposizione durante il giorno ad una luce intensa vs una luce debole ha una diversa influenza sull’attività del sistema digestivo, tramite il sistema endocrino e il sistema nervoso autonomo. Per esaminare questa ipotesi, abbiamo condotto una serie di esperimenti controbilanciati in cui durante il giorno (dalle 7:00 alle 15:00) i soggetti rimangono sotto una debole (80 lux) o luminosa (5.000 lux) condizione di luce. Abbiamo misurato l’attività gastrointestinale con un test dell’idrogeno nel respiro (indicativo di un malassorbimento dei carboidrati ) e un elettrogastrografia (EGG, indicativa di attività mioelettrica gastrica).
I risultati hanno mostrato che l’escrezione dell’idrogeno post-prandiale nel corso del periodo notturno, dopo l’esposizione diurna alla condizione di luce fioca, era significativamente superiore rispetto alla condizione di luce intensa (p <0,05). Inoltre, lo spettro dell’ EGG registrato dopo aver consumato il pasto serale era significativamente più basso con scarsa condizione di luce piuttosto che con luce intensa (p <0,05). Questi risultati supportano la nostra ipotesi e indicano che l’esposizione a luce fioca durante il giorno sopprime la digestione del pasto serale, con conseguente malassorbimento dei carboidrati alimentari in esso presenti.

Fonte

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12638695

Alessio Di Girolami

COMMENTI