Forum

[Damiana] Turnera d...
 
Notifiche
Cancella tutti

[Damiana] Turnera diffusa, var. aphrodisiaca – Turneraceae

Pagina 3 / 9

musus
(@musus)
Membro
Registrato: 10 anni fa
Post: 71
 

Grazie di cuore Marco sei gentilissimo!!!:)
Ho letto le proprietà ma non è quello che cerco: di energia ne ho da vendere, la notte dormo come un ghiro e la mattina mi sveglio fresco come una rosa senza l'ausilio della sveglia.
Il mio problema è veramente complicato e consiste nel fatto che per colpa di problemi sul lavoro sono molto triste e non riesco a fare "buon viso a cattivo gioco". La medicina perfetta sarebbe la risoluzione di questi dannati problemi lavorativi. Purtroppo la bacchetta magica non esiste! Quindi sto cercando un qualche cosa, esclusi stupefacenti illegali e medicinali di sintesi, che mi rendano un tantino euforico per non tornare la sera a casa con il muso e per poter contrattare con i clienti senza l'ombra di preoccupazioni che ho in viso. Tosta vero?
Comunque oggi mi è arrivato l'estratto secco di Damiana dall'Argania srl. e mi sono fatto delle capsule da 500 mg.. Da domani ne prenderò una al mattino e una la sera. Fra 2 o 3 settimane Vi farò sapere l'effetto che mi farà... anche se, come ha detto Tropico, penso anche io che alla fine servirà a poco...

Ciao Fabietto,
mi sapresti indicare che dosi prendeva tua moglie di taurina ? e potresti indicarmi anche dove hai acquistato la Damiana ?
salutissimi
Marco


RispondiCitazione
fabietto
(@fabietto)
Membro Moderator
Registrato: 11 anni fa
Post: 7352
Topic starter  

Mia moglie ne prende 1 grammo 3 volte al giorno. La damiana l'ho acquistata da http://www.arganiascorbile.it/damiana-estratto-secco.html?filter_name=damiana

Comunque la componente mentale è molto importante: ultimamente il padre di mia moglie sta male e, come è giusto che sia, lei è un mese che al sesso non ci pensa nemmeno un po'. A vedere lei triste, di conseguenza, passa la voglia anche a me. Quindi in questi casi non c'è ne taurina e ne damiana che tenga!

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiCitazione
musus
(@musus)
Membro
Registrato: 10 anni fa
Post: 71
 

beh si questo è chiaro, mi spiace per suo padre...

M


RispondiCitazione
fabietto
(@fabietto)
Membro Moderator
Registrato: 11 anni fa
Post: 7352
Topic starter  

Anche se in ritardo ti ringrazio del pensiero Musus! Tranquillo: è stato un male passeggero.
Devo dire che fra tutte le sostanze adattogene, la Damiana, è quella che nel lungo termine mi ha dato buone sensazioni senza effetti spiacevoli. Devo dire che si è rivelato un buon integratore nootropo. 3 dosi da 500 mg. in me hanno forte potere afrodisiaco di cui sinceramente non ho bisogno e quindi ho ridotto a sole 2 assunzioni. Sto continuando a prendere 2 dosi da 500 mg. e in queste settimane questa pianta effettivamente mi sta alterando in positivo la percezione delle preoccupazioni, predisponendomi maggiormente al buon umore. Al momento sono soddisfatto dell'integrazione e, quindi, mi sono ordinato anche un secondo barattolo, per averlo di scorta dopo finito il precedente.

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiCitazione
Tropico
(@tropico)
Membro Admin
Registrato: 11 anni fa
Post: 9836
 

Valutazione farmacologica di Principio Bioactive di Turnera aphrodisiaca
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3040867/

apigenina ha esibito eccellente attività analgesica dose-dipendente, paragonabile a quella della morfina solfato (5 mg / kg)... 😀

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiCitazione
fabietto
(@fabietto)
Membro Moderator
Registrato: 11 anni fa
Post: 7352
Topic starter  

Mi devo preoccupare? 😀

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiCitazione
Tropico
(@tropico)
Membro Admin
Registrato: 11 anni fa
Post: 9836
 

Mi devo preoccupare? 😀

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiCitazione
fabietto
(@fabietto)
Membro Moderator
Registrato: 11 anni fa
Post: 7352
Topic starter  

L'apigenina è un flavone presente nelle foglie di sedano e prezzemolo ed è l'aglicone di numerosi glicosidi naturali. Un'altra buona fonte naturale è costituita dalle foglie di camomilla, di cui costituisce il maggior principio attivo responsabile delle sue proprietà spasmolitiche.

Fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Apigenina


L’apigenina è un flavonoide naturale, presente in varie specie di frutta e verdura, come il prezzemolo, la cipolla, il sedano, il tè e il pompelmo. Una delle fonti più comuni di consumo dell’apigenina è la camomilla. L’apigenina è presente anche nel vino rosso e nella birra. L’apigenina è nota per essere un flavonoide bioattivo, con proprietà antinfiammatorie, antiossidanti, antiangiogeniche, antiallergiche, antigenotossiche e anticancerose.
Gli studi epidemiologici indicano che un’alimentazione ricca di flavoni ridurrebbe il rischio di alcune forme di cancro (in particolare, il cancro del seno, del tubo digerente, della pelle e della prostata). Si ipotizza che l’apigenina possa svolgere un ruolo protettivo in altre malattie influenzate dal processo ossidativo, come i disturbi cardiovascolari e neurologici. L’apigenina possiederebbe anche proprietà detossinanti, inducendo l’UGT glucuronosiltrasferasi, responsabile della reazione di coniugazione dell’acido glucuronico.

Questa reazione è la principale via di smaltimento dei farmaci, degli xenobiotici (agenti cancerogeni e sostanze fitochimiche) e dei substrati endogeni, come la bilirubina e gli steroidi.

MECCANISMI DI AZIONE / PROVE DI EFFICACIA
L’apigenina possiede proprietà chemio-preventive e antinfiammatorie. In seguito all’esposizione solare, essa provoca infatti un forte aumento dell’apoptosi, il meccanismo di suicidio cellulare [1]. Inibisce la liberazione di protaglandina, nitrito e acido arachidonico [2, 3, 4].

L’apigenina possiede numerose proprietà vascolari. Riduce la fragilità dei capillari sanguigni, rafforzando la matrice dermica che sostiene la rete microvascolare. Infatti, inibisce una collagenasi, la metalloproteinasi di matrice 1, e ne riduce l’espressione tramite l’inibizione dell’attivazione della proteina AP-1[5]. Di conseguenza, riduce la degradazione del collagene della matrice dermica.

Inoltre, aumenta la naturale capacità di smaltimento della bilirubina. La reazione di glucuronoconiugazione è catalizzata dall’UDP-glucuroniltrasferasi 1A1 (UGT1A1). Questo enzima, presente in numerosi tessuti, è abbondante nel fegato ed è espresso sia dai cheratinociti che dai fibroblasti, seppure con un tasso basale inferiore. L’apigenina induce un aumento del 346% della glucuronidazione della crisina ad opera dell’UGT1A1 [6]. L’induzione di UGT1A1 da parte dell’apigenina è mediata dalla traslocazione di NfB [7].

In virtù delle sue proprietà antiossidanti, l’apigenina inibisce fortemente la lipossigenasi [8]. La perossidazione dei lipidi risulta così ridotta.

Le occhiaie di colorazione vascolare sono direttamente legate allo stato della rete sanguigna. La riduzione della microcircolazione sanguigna si manifesta attraverso capillari più scuri, marcati e visibili. Le pareti vascolari sono quindi meno elastiche e meno impermeabili, creando localmente una dilatazione e una stasi sanguigna. Questa stagnazione sanguigna determina una permeabilità capillare e il passaggio di sangue dai capillari al mezzo interstiziale. L’emoglobina si accumula allora nella parte infra-orbitale e si degrada per ossidazione in biliverdina, bilirubina o ferro. La biliverdina è un pigmento verde scuro-viola, mentre la bilirubina è un pigmento arancione o rosso-bruno scuro. Accumulandosi nell’epidermide e nel derma, sono all’origine della caratteristica colorazione della stanchezza sotto gli occhi.

La liberazione di ferro contribuisce all’aumento della colorazione blu delle occhiaie, all’origine della pigmentazione cutanea viola. Il carattere pro-ossidante del ferro sulla perossidazione dei lipidi, che genera anche una situazione pro-infiammatoria aggravante, in quanto vasodilatatrice, è una causa aggiuntiva di attivazione delle perdite sanguigne e della pigmentazione tendente progressivamente al bruno.

L’apigenina migliora le pareti vascolari, inibendo la collagenasi; aumenta la capacità di smaltimento della bilirubina tramite l’induzione di UT1A1; inibisce la perossidazione dei lipidi, bloccando la lipossigenasi ed evitando in tal modo la vasodilatazione, fonte di pigmentazione.
Questi elementi dimostrano che l’apigenina è un ottimo principio attivo per il trattamento delle occhiaie con colorazione vascolare.

IL PARERE DEL NOSTRO ESPERTO
Questo flavonoide, che svolge le attività della sua classe chimica, possiede la particolarità di essere stato oggetto di una valutazione in vitro della sua capacità di aumentare l’attività della glucuroniltrasferasi, enzima della glucuronoconiugazione, processo chiave per aumentare la solubilità e lo smaltimento delle molecole idrofobe nell’organismo. A tale titolo, potrebbe favorire lo smaltimento dei pigmento derivanti dalla degradazione dell’emoglobina.
Questa molecola è stata proposta per migliorare la colorazione residua delle ecchimosi e, addirittura, delle occhiaie. L’utilizzo di questo principio attivo, nuovo in campo cosmetico, dovrebbe fornire prove cliniche convincenti, basate su presupposti interessanti. Esso è comunque simile alla rutina o alla ruscogenina.
La sua concentrazione attiva ottimale non è stata ancora perfettamente definita.
A nostra conoscenza, non sono disponibili studi di penetrazione transcutanea, ma la struttura della molecola dovrebbe essere favorevole ad un passaggio in ambiente idro-alcolico o glicolico.
A scopo di prevenzione dei danni ossidativi, la molecola potrebbe essere impiegata come gli altri antiossidanti. Per migliorare le occhiaie, sarà necessario un utilizzo continuativo e l’attività richiederà probabilmente alcuni giorni prima di innescarsi.
Altri effetti: alcuni documenti evocano la regolarizzazione della pigmentazione. La struttura (fenolica) e il meccanismo di azione (trappola elettronica) rendono questa molecola una candidata credibile per l’omogeneizzazione dell’incarnato o il trattamento di supporto della vitiligine.
Sono state riferite interazioni con i CPY (citocroma P) (interferenza con il metabolismo ossidativo).

DOSE EFFICACE
L’insieme delle pubblicazioni e degli studi scientifici, gli impieghi abituali di questo principio attivo e il parere del nostro esperto, ci hanno indotti ad utilizzare l’Attivo Puro Apigenina alla dose di 25 mg per flacone.

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

[1] Enhancement of UVB-Induced Apoptosis by Apigenin in Human Keratinocytes and Organotypic Keratinocyte Cultures. Abu-Yousif AO et al. Cancer Res, 68(8):3057-3065. 2008.

[2] Apigenin Prevents UVB-Induced Cyclooxygenase 2 Expression: Coupled mRNA Stabilization and Translational Inhibition. Tong X et al. Mol Cell Biol. 27(1):283-96. 2007.

[3] Suppression of inducible cyclooxygenase and inducible nitric oxide synthase by apigenin and related flavonoids in mouse macrophages. Liang YC et al. Carcinogenesis. 20(10):1945-52. 1999.

[4] Inhibition of TPA-induced cyclooxygenase-2 (COX-2) expression by apigenin throught downreglation of Akt signal transduction in human keratinocytes. Van Dross RT et al. Molecular carcinogenesis 44:83-91. 2005.

[5] Inhibition of mammalian collagenase, MMP-1, by naturally occuring flavonoids. Lim H. and Kim H.P. Planta Med. 73(12):1267-1274. 2007.

[6] Induction of human UDP-glucuronosyltransferase UGT1A1 by flavonoids-structural requirements. Walle UK, Walle T. Drug Metab Dispos. 30(5):564-9. 2002.

[7] Interactions between sulforaphane and apigenin in the induction of UGT1A1 and GSTA1 in CaCo-2 cells. Vanda Svehlikova et al. Carcinogenesis. 25(9):1629-37. 2004.

[8] Effect of flavonoids and cynarine from cynara cardunculus L. on lipoxygenase activity. Bezakova L. Acta facultatis pharmaceuticae universitatis comenianae Tomus LIV 2007.

Fonte: http://www.etatpur.it/index.php/apigenina-scheda-prodotto

Occhio al sedano, la cipolla, il tè, il pompelmo, prezzemolo e anche alla camomilla! D'ora in avanti chi ne fa uso sarà considerato un tossicodipendente...:D

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiCitazione
fabietto
(@fabietto)
Membro Moderator
Registrato: 11 anni fa
Post: 7352
Topic starter  

Ho sospeso, per fare uno scarico, da una settimana l'integrazione con la Damiana. Nessun effetto rebound. A questo supplemento gli do 10 e lode: mi ha aiutato molto!

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiCitazione
Tropico
(@tropico)
Membro Admin
Registrato: 11 anni fa
Post: 9836
 

Mi hai incuriosito, probabile lo proverò, cerco di non prendere troppe cose insieme altrimenti si sovrappongono e non capisco se fanno effetto o meno.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiCitazione
fabietto
(@fabietto)
Membro Moderator
Registrato: 11 anni fa
Post: 7352
Topic starter  

Da 2 settimane ho ripreso ad assumere la Damiana. Confermo che, per me, è un OTTIMO ergogenico! Mai provato nulla di simile! Questa volta, per farmi effetto, c'è voluto anche molto meno che in passato. In più ho notato che per un paio di ore dopo l'assunzione, ho le vie aeree completamente libere. Un toccasana anche per la mia allergia. La dose che sto assumendo è 1 capsula, da 500 mg di estratto secco, comprato dall'Argania srl, riempita da me, senza nessun agente di carica, 2 volte al giorno (colazione, pranzo e cena).

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiCitazione
Tropico
(@tropico)
Membro Admin
Registrato: 11 anni fa
Post: 9836
 

Proprio ieri stavo pensando alla damiana e a te...
Io ho già trovato un buon aiuto nella withania somnifera, proverò anche questa.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiCitazione
crixus
(@crixus)
Membro
Registrato: 10 anni fa
Post: 1213
 

OT
Tropico dove la trovi l' ashwagandha?

“Adaptability is probably the most distinctive characteristic of life.”
— Hans Selye


RispondiCitazione
Tropico
(@tropico)
Membro Admin
Registrato: 11 anni fa
Post: 9836
 

Presi il Sensoril da iherb e poi su ebay http://www.ebay.it/itm/5x-HIMALAYA-Amalaki-Arjuna-Ashvagandha-Brahmi-Bael-Gokshura-Guduchi-Haridra-/190836557330?pt=LH_DefaultDomain_0&var=&hash=item2c6ebec612

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiCitazione
kisa
 kisa
(@kisa)
Membro
Registrato: 9 anni fa
Post: 1390
 

Ciao Fabbietto? Ance io ho polvere di damiana, solo non so come misurare 500 mg. Secondo te 1 cucchino da caffè va bene? Vorrei dare a mio marito che sempre stanco e depresso. Sul sesso femminile che effetto fa? Grazie


RispondiCitazione
fabietto
(@fabietto)
Membro Moderator
Registrato: 11 anni fa
Post: 7352
Topic starter  

Io ho questa incapsulatrice http://www.arganiascorbile.it/index.php?route=product/product&path=83&product_id=1466 con le quali riempio queste capsule http://www.arganiascorbile.it/capsule-gelatina-00-1-000-pezzi-trasparenti.html
dentro quelle capsule, senza pressarle, ci stanno circa 500 mg di estratto secco di questa damiana http://www.arganiascorbile.it/damiana-estratto-secco.html?filter_name=damiana Ne prendo una al mattino e una alla sera tardi.

Ci mette un paio di settimane a fare effetto. Ma poi, almeno su di me, effetto piacevolissimo:-) Dovrebbe fare lo stesso effetto anche alle donne. E' strano perché aumenta la libido e la voglia di fare e allo stesso tempo rilassa i nervi e non disturba il sonno. Mi sento più calmo e allo stesso tempo pronto all'azione. E' veramente euforizzante e adattogeno. Poi, a me che soffro un po' di asma, per via di un'allergia ai pollini, mi dilata i bronchi migliorando veramente la mia vita.

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiCitazione
Pagina 3 / 9