Forum

Notifiche
Cancella tutti

Orticaria cronica  

Pagina 2 / 8

johnny
(@johnny)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 10
Topic starter  

Non conosco il test delle intolleranze che citi. Tra l'altro, stranamente, il mio allergologo mi disse che nel mio caso un test sulle intolleranze alimentari era superfluo.
Porti qualche oggetto di metallo contenente nichel?
Hai cambiato detersivo o ammorbidente per la lavatrice? Stendi le lenzuola all'aperto? In primavera la mia allergia aumenta sensibilmente ad ogni cambio della biancheria del letto... credo per via dei pollini trasportati dal vento e imbrigliati nella trama dei tessuti.
Comunque se la tua allergia è di origine alimentare, avrai sicuramente giovamento nel risolvere una possibile disbiosi intestinale. Aspettiamo il referto sui parassiti intestinali.


Ricordo che, nel mio caso, la vitamina C ad alte dosi si è rivelata come un potente antistaminico alternativo ai farmaci di sintesi. Potresti, fino a quando non identifichi la causa del tuo malessere, provare il suo effetto sulla tua orticaria. Siccome l'effetto dura circa 3 ore potresti assumerlo cercando di comprendere gli orari dove ti senti più male.

Ciao Fabio,
il test in oggetto è questo, ma onestamente mi lascia parecchie perplessità. Non ho trovato analisi oggettive, a parte quella sul sito Albanesi.it.

Non utilizzo oggetti di metallo/nichel ed escluderei il fattore polline, visto che comunque mi è iniziata a novembre 🙁

Settimana prossima consegno i campioni per il test parassitologico, nel giro di qualche giorno dovrebbero esserci i risultati.


RispondiQuota
fabietto
(@fabietto)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 7353
 

La parietaria, per esempio, la bastarda, è in fiore tutto l'anno...

La forma è anche sostanza. Chi veicola un messaggio non può essere estraneo al suo contenuto. Tropico - Chi è musone e triste non riesce a tener lontano la malattia. Tonegawa - Le testimonianze vere di gente normale valgono più di tante elucubrazioni teoriche. Francesca F.C.


RispondiQuota
johnny
(@johnny)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 10
Topic starter  

Qua trovi riferimento a un periodo di digiuno protratto postato da un'utente:
http://perfecthealthdiet.com/?p=1543

Nel libro di PHD si fa riferimento a ketogenic if o periodi più protratti di chetogenica per chi presenta patologie (2030gg).
Potresit appunto partire da periodi limitati (if) e allargare gli intervalli di fasting mano mano.
Comunque dovrebbe essere soggetta ad un'autoanalisi costante.

Gian, vorrei evitare il fasting protratto, sul mio tipo di fisico ha effetti devastanti (sia a livello psicologico che a livello di catabolismo).
tra l'altro l'esperienza dell'utente sul sito che mi hai segnalato è stata positiva fintanto che è stato in fasting, appena ritornato al normale regime dopo pochi giorni era punto e a capo.

Mi parli di chetosi e dieta chetogenica (in IF) ma è la prima volta che ne sento parlare con risvolti positivi 🙂 approfondirò l'argomento.


Per caso avete denti otturati con amalgame?

direi di si, da tanti anni ormai... ne ho 3 o 4...
non farmi venire le pare da intossicazione di metalli eh? :not: 🙂


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9805
 

Potresti provare un digiuno ridotto, cioè evitando l'introito proteico ma non glucidico e/o lipidico, psicologicamente dovrebbe essere molto meno condizionante e frustrante. https://www.mangiaconsapevole.com/forum/T-Ciclizzare-le-proteine.html

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
OneLovePeace
(@onelovepeace)
Utenti Moderator
Registrato: 9 anni fa
Post: 1335
 

Per caso avete denti otturati con amalgame?

direi di si, da tanti anni ormai... ne ho 3 o 4...
non farmi venire le pare da intossicazione di metalli eh? :not: 🙂

Non voglio farti venire paranoie, però non escluderei questa ipotesi. Spesso le amalgame sono causa dei più svariati ed imprevedibili problemi.


La natura non fa nulla di inutile.


RispondiQuota
johnny
(@johnny)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 10
Topic starter  

Per caso avete denti otturati con amalgame?

direi di si, da tanti anni ormai... ne ho 3 o 4...
non farmi venire le pare da intossicazione di metalli eh? :not: 🙂

Non voglio farti venire paranoie, però non escluderei questa ipotesi. Spesso le amalgame sono causa dei più svariati ed imprevedibili problemi.

hai qualche link di approfondimento?
i problemi si possono presentare anche dopo vari anni?
che ansia 🙁


RispondiQuota
gianlnicc
(@gianlnicc)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 686
 

Gian, vorrei evitare il fasting protratto, sul mio tipo di fisico ha effetti devastanti (sia a livello psicologico che a livello di catabolismo).
tra l'altro l'esperienza dell'utente sul sito che mi hai segnalato è stata positiva fintanto che è stato in fasting, appena ritornato al normale regime dopo pochi giorni era punto e a capo.

Mi parli di chetosi e dieta chetogenica (in IF) ma è la prima volta che ne sento parlare con risvolti positivi 🙂 approfondirò l'argomento.

Johnny non te ne parlo in termini positivi, della chetogenica sul lungo periodo, perché non l'ho sperimentata e non sento la necessità di farlo.
Ma posso parlarti in termini positivi dell'if alla Brad Pillon, quindi 12 digiuni a settimana... nutrirsi di soli grassi durante questi giorni di digiuno per evitare la fame è una cosa che ho sperimentato, poche volte ancora, con effetti positivi.
Per quanto riguarda psicologia e catabolismo sono discorsi complessi...

Io sono quel che sono e questo è tutto quel che sono

Popeye the sailor man


RispondiQuota
johnny
(@johnny)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 10
Topic starter  

Gian, vorrei evitare il fasting protratto, sul mio tipo di fisico ha effetti devastanti (sia a livello psicologico che a livello di catabolismo).
tra l'altro l'esperienza dell'utente sul sito che mi hai segnalato è stata positiva fintanto che è stato in fasting, appena ritornato al normale regime dopo pochi giorni era punto e a capo.

Mi parli di chetosi e dieta chetogenica (in IF) ma è la prima volta che ne sento parlare con risvolti positivi 🙂 approfondirò l'argomento.

Johnny non te ne parlo in termini positivi, della chetogenica sul lungo periodo, perché non l'ho sperimentata e non sento la necessità di farlo.
Ma posso parlarti in termini positivi dell'if alla Brad Pillon, quindi 12 digiuni a settimana... nutrirsi di soli grassi durante questi giorni di digiuno per evitare la fame è una cosa che ho sperimentato, poche volte ancora, con effetti positivi.
Per quanto riguarda psicologia e catabolismo sono discorsi complessi...

ho sempre voluto leggere eat stop eat, ora che è uscita la 5 edizione quasi quasi lo compro. Come impostavi i giorni di digiuno a soli grassi? un solo giorno impostato in quel modo è sufficiente a farti entrare in chetosi?


RispondiQuota
gianlnicc
(@gianlnicc)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 686
 

Gian, vorrei evitare il fasting protratto, sul mio tipo di fisico ha effetti devastanti (sia a livello psicologico che a livello di catabolismo).
tra l'altro l'esperienza dell'utente sul sito che mi hai segnalato è stata positiva fintanto che è stato in fasting, appena ritornato al normale regime dopo pochi giorni era punto e a capo.

Mi parli di chetosi e dieta chetogenica (in IF) ma è la prima volta che ne sento parlare con risvolti positivi 🙂 approfondirò l'argomento.

Johnny non te ne parlo in termini positivi, della chetogenica sul lungo periodo, perché non l'ho sperimentata e non sento la necessità di farlo.
Ma posso parlarti in termini positivi dell'if alla Brad Pillon, quindi 12 digiuni a settimana... nutrirsi di soli grassi durante questi giorni di digiuno per evitare la fame è una cosa che ho sperimentato, poche volte ancora, con effetti positivi.
Per quanto riguarda psicologia e catabolismo sono discorsi complessi...

ho sempre voluto leggere eat stop eat, ora che è uscita la 5 edizione quasi quasi lo compro. Come impostavi i giorni di digiuno a soli grassi? un solo giorno impostato in quel modo è sufficiente a farti entrare in chetosi?

Dalle prove fatte fin'ora no...
nel link che ti ho postato parla di chetosi dal secondo giorno.
Ma non credo che sia da ricercare la chetosi in questo frangente, quanto uno stato pre, ripetuto.
Secondo me poi la maggior parte dei benefici deriverà dalla restrizione calorica (proteica in primis).

Io sono quel che sono e questo è tutto quel che sono

Popeye the sailor man


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9805
 

hai qualche link di approfondimento?
i problemi si possono presentare anche dopo vari anni?
che ansia 🙁

Denti Tossici (2) - Lorenzo Acerra http://www.macrolibrarsi.it/libri/__denti_tossici_2.php

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Soulrack
(@soulrack)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 6
 

Scusate se rievoco il topic ormai vecchio, volevo solo chiedere a Johnny se ha trovato una soluzione all'orticaria. Io mi trovo in una situazione che è praticamente la stessa.

Sono uscito da un periodo di iperproteica (160-190gr pro/die), dopo aver smesso da circa una settimana una confezione di cefalosporine per curare un infiammazione, mi è scoppiata quest'orticaria che tengo a bada solo con 5mg di cetirizina ogni sera.

L'orticaria, silente per tutto il giorno riaffiora ogni sera dopo le 20 non in concomitanza con i pasti.

A differenza di Johnny non assumo integratori proteici ma solo BCAA e creatina nei mesi invernali.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9805
 

Non potrebbe essere un effetto collaterale dell'antibiotico che potrebbe risolversi da sé visto che hai già finito la terapia?

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Soulrack
(@soulrack)
Utenti
Registrato: 7 anni fa
Post: 6
 

grazie della risposta Tropico, in ospedale hanno escluso totalmente la possibilità che siano state le cefalosporine a causarmi il problema se non indirettamente. Oltretutto la settimana di antibiotico è stata l'ultima di luglio. Ormai sono passati quasi 50gg...


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9805
 

Sembrava strano anche a me però non si capiva bene da come era scritto.
L'orticaria ha origine multifattoriale, difficile dire su due piedi perché ce l'hai.
Potresti provare ad eliminare qualcosa dalla dieta, a me viene spontaneo associare questi fenomeni all'intestino.

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
johnny
(@johnny)
Utenti
Registrato: 9 anni fa
Post: 10
Topic starter  

Ciao Soul,
la mia orticaria si è spenta dopo circa 7-8 mesi ed è riaffiorata un paio di mesi fa dopo un annetto abbondante di tregua.
Ora sembra che stia tornando in remissione.

Nel mio caso credo proprio che la causa sia stata in larga parte l'alto consumo di proteine animali e la creazione di un ambiente particolarmente acido all'interno dell'organismo.

L'anno scorso l'orticaria si è spenta dopo 2 mesi di dieta fortemente alcalinizzante, così come sto facendo ora.
Si tratta in sostanza di:

1) ridurre in modo sensibile le proteine di origine animale, sostituendole eventualmente con aminoacidi essenziali (es: HumaPro)
2) aumentare in modo netto il consumo di verdure di stagione crude
3) bere almeno 3lt di acqua al giorno
4) momenti di digiuno controllato (es: intermittent fasting o warrior diet)
5) spremute di limone al mattino a digiuno

Ti consiglio di lasciar perdere il ginepraio relativo agli innumerevoli test di intolleranze alimentari e di provare direttamente una dieta di questo tipo, che tra l'altro ha un riscontro molto positivo anche sulle funzionalità intestinali (spesso l'orticaria è strettamente correlata a problematiche di disbiosi intestinale).

Personalmente questa brutta esperienza mi ha "aperto gli occhi" sull'alimentazione profondamente sbagliata che avevo (da "bb classico", riso-pollo-uova-avena, cibi 100% acidificanti) e mi ha permesso di riformularla meglio anche in un'ottica salutistica.

Se posso esserti di aiuto in qualche modo chiedi pure.


RispondiQuota
Tropico
(@tropico)
Utenti Admin
Registrato: 9 anni fa
Post: 9805
 

Basta avere una dieta ricca di minerali tamponi, calcio, magnesio,potassio, bicarbonati.
La frutta, meno amidi, e meno carne, i latticini fate come volete, ma se mi dite che acidificano vi banno 😀

La medicina ha fatto così tanti progressi che ormai più nessuno è sano. Aldous Leonard Huxley | Veniamo tutti da ambienti diversi e iniziamo con alcune idee preconcette che potremmo abbandonare lungo la strada...


RispondiQuota
Pagina 2 / 8